QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 13° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 22 novembre 2019

Attualità martedì 06 ottobre 2015 ore 18:00

Riportare il lavoro in Valdicecina

Incontro pubblico a Saline con gli ex lavoratori della Smith: le richieste alla Regione per il territorio mentre si attende il tavolo al Mise



VOLTERRA — Il ricordo commosso e doloroso di Stefano Pantani, volterrano scomparso prematuramente nel pomeriggio per una brutta malattia, da parte dei suoi ex colleghi e di tutti il territorio. Si è aperta così l'assemblea pubblica di ieri sera, 5 ottobre, a Saline di Volterra organizzata dagli ex lavoratori della Smith Bits di Saline di Volterra.

Un incontro molto partecipato: c'erano gli esodati della fabbrica di scalpelli, alcuni dei lavoratori ancora in forze all'azienda, i sindaci di Volterra, Pomarance e Castellina Marittima, i consiglieri comunali di vari schieramenti, le forze politiche locali, i sindacati, i cittadini.

Una assemblea che si è svolta nello stesso giorno in cui una delegazione degli ex lavoratori ha incontrato la Commissione Cultura e Sviluppo della Regione in visita a Volterra. 

I sindaci Buselli e Martignoni hanno annunciato la volontà di incontrare i vertici della Smith nei prossimi giorni per avere un quadro della situazione. 
"Dovremmo fare i conti su quanti effettivamente sono quelli che vanno ricollocati perchè fra i 114 rimasti fuori dall'azienda ci sono anche alcuni che potranno accedere direttamente alla pensione, 6 in cassa integrazione ancora legati all'azienda, altri che hanno deciso di intraprendere un attività per contro proprio, altri ancora che appartengono alle categorie protette e quindi hanno percorsi completamente diversi - ha spiegato Martignoni - Ci dobbiamo concentrare su coloro che devono cercare lavoro e forse sono un po' meno di 114. Noi vogliamo seguire questo percorso di coloro che sono fuori, di tutti e 114".

L'attesa è tutta per l'incontro a Roma quando al ministero dello sviluppo economico torneranno Eni, Enel e Schlumberger, insieme al governatore Rossi e ai rappresentanti del governo. Il tavolo dovrebbe riunirsi intorno alla metà di ottobre. "Sarà fondamentale capire cosa succederà all'incontro al Ministero - ha spiegato il sindaco di Pomarance - Credo che da quel tavolo emergerà forse una condizione che non si risolverà l'intero problema delle persone rimaste fuori dall'azienda, però è possibile che possano venire davvero alcune soluzioni. Quindi bisogna aspettare prima di cercare eventualmente altre strade. C'è un percorso avviato". 

Inoltre, la richiesta del prolungamento degli ammortizzatori sociali per i lavoratori della Smith ora in mobilità. "Insieme ai lavoratori abbiamo chiesto la proroga di un anno degli ammortizzatori sociali che non è la soluzione, ma ci toglierebbe un po' di quell'ansia di fare presto e ci permetterebbe di avere più tempo mentre si attendono sviluppi del tavolo - ha illustrato Martignoni - ci siamo rifatti a quello che aveva detto Rossi a Roma: se c'è una difficoltà la Regione si impegna dalla propria cassa ad allungare di un anno la mobilità a tutti. Ma per farlo serve un protocollo e un percorso di legge, per questo lo abbiamo già chiesto ora".

Accanto al progetto per ricollocare i lavoratori, portato avanti dalla Regione per la Smith, il tema di un piano generale per lo sviluppo del territorio, un protocollo per il rilancio complessivo della Valdicecina che riguarda naturalmente i lavoratori della Smith, ma non solo. "Noi oggi abbiamo fatto quello che ci venne chiesto qui nell'assemblea di agosto - ha illustrato Buselli - dicemmo che era necessario lavorare in termini di area e oggi abbiamo incontrato la Commissione Sviluppo e cultura per illustrare le priorità: abbiamo chiesto a Mazzeo (presidente della Commissione costa ndr) e agli altri consiglieri regionali, di entrare a far parte del piano per la costa, anche se l'area costiera ha condizioni diverse dalle nostre".

"Abbiamo ripetuto ai consiglieri regionali le nostre progettualità - ha aggiunto il sindaco di Volterra - le priorità per il territorio che per noi sono chiare, sono le stesse per cui ci siamo anche incatenati e ora le metteremo nel documento". I sindaci hanno illustrato infatti che, come deciso nell'incontro del pomeriggio, invieranno alla Commissione regionale un report che conterrà tutte le priorità di un progetto per il rilancio del territorio che diventerà un protocollo d'intesa sottoscritto dalla Regione e dalle amministrazioni locali

"Il presidente della Commissione Anselmi ci ha garantito - ha spiegato Martignoni - che ci sarà l'impegno a tradurre il protocollo in progetti e a vedere nei fondi europei e nazionali cosa ci può essere per iniziare a finanziare un piano complessivo per il territorio".

Lo scopo è trovare nuovi investitori nella zona di Saline e in tutta la Valdicecina, anche con incentivi da parte degli enti per attrarre imprese. Con iniziative, come avviene appunto per le aree di crisi, ad esempio l'esenzione delle tasse, volte a creare condizioni che potrebbero consentire agli imprenditori di insediarsi più facilmente nel territorio.

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata



Tag

Libia, Conte: «Lavoriamo per un rapido cessate il fuoco»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Politica