QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 13° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 25 gennaio 2020

Attualità lunedì 05 ottobre 2015 ore 19:10

Valdicecina: lavoro e infrastrutture nel piano

Incontro dei sindaci con i consiglieri regionali sulle priorità per il territorio. Nella mattinata la Commissione agli scavi dell'anfiteatro



VOLTERRA — "E’ una giornata molto importante per la città e per il territorio". Così il sindaco di Volterra Marco Buselli commenta la visita odierna nella città da parte della Commissione Regionale Cultura e Attività produttive alla quale si è aggiunto Andrea Pieroni, consigliere eletto nel territorio.

ANFITEATRO. "La Commissione, che ringrazio, a partire dal presidente Gianni Anselmi, è stata molto disponibile e di spirito costruttivo" ha detto il primo cittadino, che stamani è stato con i commissari, la giunta volterrana e gli esperti della soprintendenza in visita allo scavo archeologico dell’Anfiteatro Romano a Porta Diana. "L'Anfiteatro non è solo più una suggestione, ma sta ritornando alla luce giorno dopo giorno - ha commentato Buselli - Son sicuro che anche Regione e Governo faranno la propria parte. Non possiamo permetterci di lasciarlo sotto terra".

ACCORDO DI PROGRAMMA. Al centro della visita odierna anche lavoro e infrastrutture, temi che sono stati discussi durante un tavolo nel pomeriggio a cui hanno partecipato anche i sindaci di Pomarance, Castelnuovo e Montecatini Val di Cecina, oltre ad Antonio Mazzeo, presidente della commissione Costa che si è aggiunto agli altri consiglieri regionali. “L’idea è quella di lavorare ad un accordo di programma - ha detto Anselmi - che dovrà vedere insieme Regione e territorio, a partire dai prossimi mesi di programmazione regionale”.

Tra i temi affrontati, evidenziati nel corso dell’incontro con i sindaci, in particolare le problematiche legate ad aziende storiche come Smith di Saline, geotermia, viabilità e trasporti, gap infrastrutturale, una sanità capace di rispondere ai bisogni dei cittadini.

"Lavoro e infrastrutture sono la vera priorità, assieme alla sanità, del nostro territorio – commenta il sindaco Buselli - Siamo pronti a riempire l'accordo di programma, in Valdicecina, di contenuti e su questo vogliamo lavorare con la Regione". 

Dunque sarà stilato un documento in cui delineare le priorità per il territorio. "E' stato un incontro molto positivo: abbiamo riscontrato impegno, disponibilità e competenze nei consiglieri regionali- commenta anche il sindaco di Pomarance Loris Martignoni - come sindaci siamo pronti a lavorare tutti insieme con la Regione per questo protocollo". 

Come più volte affermato dal presidente Anselmi "incontrare i sindaci e le istituzioni locali è un metodo di lavoro efficace per individuare temi e priorità; approfondire i problemi delle singole zone e definire obiettivi condivisi con le istituzioni locali ci permette di affrontare al meglio la fase di programmazione che ci attende nei prossimi mesi, selezionando le priorità strategiche delle singole zone”. Un metodo di lavoro, secondo Anselmi, utile anche per precisare il contributo che il Consiglio regionale può dare a supporto delle iniziative della Giunta.
Guardando all’alta Val di Cecina, il presidente ha sottolineato: "stiamo parlando di uno degli ambiti territoriali dove questi ingredienti possono trovare sintesi in un accordo di programma, condiviso tra istituzioni e parti sociali”. “L’identità in Toscana è un poliedro molto sfaccettato – ha continuato – ogni faccia ha una grande forza, come abbiamo potuto costatare a Volterra; come commissione lavoreremo facendo da filtro alla Giunta, per focalizzare le priorità territoriali”.

SMITH. Inoltre, i consiglieri e i sindaci hanno incontrato una delegazione degli ex lavoratori della Smith Bits di Saline di Volterra. “114 persone su un territorio di 20mila anime sono un’enormità” è stato ribadito più volte. “Siamo fuori dalla Smith a tutti gli effetti. Vorremmo avere un filo diretto con la Regione - hanno chiesto gli operai - Inoltre, nella consapevolezza che per risolvere la nostra situazione ci vorrà del tempo, vorremmo vedere allungati i termini della nostra mobilità”. 
Anche in questo caso i 'regionali' hanno dimostrato ampia disponibilità a seguire la vicenda. Dunque tra le richieste degli ex dipendenti della fabbrica di scalpelli, quella di avere un interlocutore ed un punto di riferimento e che la Regione allunghi i tempi della mobilità, per la quale ci sarebbero buone possibilità da parte della Regione. “Ci impegneremo, nel rispetto della normativa vigente, a richiedere la proroga degli ammortizzatori sociali - ha affermato il consigliere Antonio Mazzeo. in funzione dei tempi e dell’eventuale ‘progetto’ con Eni ed Enel”.

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata



Tag

Berlusconi acclamato a Ravenna: «Silvio, Silvio...». E lui scherza: «Sono io»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica