QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12°13° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 08 dicembre 2019

Attualità giovedì 08 gennaio 2015 ore 21:14

"Sarà l'anno del rilancio socio-economico"

Il sindaco Martignoni presenta le iniziative per il futuro: "sono fondamentali per il territorio le ricadute dell'indotto della geotermia"



POMARANCE — "L'incertezza delle regole da parte del Governo, soprattutto sulle tasse, e la riduzione del numero di amministratori ci hanno creato alcuni problemi, ma il 2015 sarà un anno fondamentale per questa legislatura per concretizzazione il lavoro svolto e pianificare quello dei prossimi anni". Così il sindaco di Pomarance Loris Martignoni ha aperto la conferenza stampa che si è svolta questo pomeriggio, 8 gennaio, nella sala del consiglio comunale di Pomarance per presentare l'attività futura dell'amministrazione, alla presenza degli assessori Ilaria Bacci, Nicola Fabiani e Leonardo Fedeli e della consigliera di maggioranza Monica Antoni.

Uno l'obiettivo principale per il 2015: il rilancio socio-economico del Comune di tutta la zona, che passa dalla geotermia e dalle ricadute sulle aziende del territorio anche in termini occupazionali. E una promessa importante: non aumentare le tasse, pur mantenendo i servizi adeguati, attraverso un contenimento della spesa.

INDUSTRIA E LAVORO. La partita di Martignoni e della sua "squadra" si gioca sul campo dell'industria: "sulla geotermia serve un impegno importante affinchè l'indotto di Enel e delle altre aziende, che si aggira tra gli 80 e i 100 milioni di euro all'anno, non vada a beneficio di imprese che vengono da fuori, ma rimanga sul territorio creando centinaia di posti di lavoro". La stessa Enel Green Power che dovrebbe assumere ancora e che promette di investire oltre un miliardo di euro nei prossimi anni, come ha ricordato il sindaco.
"La geotermia nel suo insieme non deve subire arresti nel suo sviluppo - ha chiarito Martignoni - lo abbiamo detto anche a Roma in Parlamento. L'obiettivo sarà coniugare lo sviluppo con l'ambiente e la tutela della salute".

Tra le altre realtà industriali menzionate da Martignoni ci sono quelle consolidate come la Società Chimica Larderello, il laboratorio sperimentale di Sesta per la prova delle turbine, ma anche le nuove che arriveranno: "l'area del Pip di Larderello è stata interamente venduta, ma adesso è il momento di costruire, altrimenti siamo fermi". Tra queste nuove imprese, oltre alla Cnd Service che dovrebbe iniziare i lavori nella'rea industriale la prossima settimana, c'è il progetto della Lampo GreenGas di cui si parla da anni. "Proprio stamattina - ha spiegato Martignoni - ho parlato con loro per chiedere di stringere i tempi".

I LAVORI PUBBLICI. Oltre all'accordo con laPprovincia da oltre due milioni che sta già dando i primi frutti, l'impegno sulle strade continuerà anche nel 2015. "Nei prossimi 5 anni, e abbiamo già iniziato a farlo - spiega Martignoni - contiamo di risistemare tutte le strade, anche quelle comunali e nei centri abitati. Lavoreremo anche con Castelnuovo per il rifacimento del ponte sul Pavone".
In programma c'è anche l'acquedotto di Lanciaia ed il sindaco annuncia che "stiamo lavorando con Asa e partiremo a breve; una volta passata la tubazione, anche la strada di Lanciaia diventerà comunale e la sistemeremo, viste le condizioni in cui versa".
Tra le altre opere, anche la risistemazione dei cimiteri che sarà in programma nei prossimi anni.

"E' stato avviato un efficientamento interno sia nella gestione delle strutture pubbliche che nel personale del Comune - illustra il sindaco - anche nella società Ges che è di proprietà del Comune e che gestisce il teleriscaldamento". Una manovra che, come ad esempio la sostituzione dell'illuminazione pubblica con lampade a led, guarda al risparmio e al contenimento dei costi di gestione e delle spese correnti.

LE TASSE. "Dal 2009 ad oggi abbiamo un milione di euro in meno dal governo centrale - spiega l'assessore Fabiani - il nostro è un bilancio solido, ma c'è una completa incertezza normativa e si naviga a vista".
"La tassazione - ha aggiunto - deve rimanere ai livelli minimi e sostenibili, anche grazie ad investimenti per il risparmio e l'efficientamento e ad oggi possiamo vantare un milione e mezzo circa di avanzo tradizionale sul bilancio".
Sulla Tari l'assessore annuncia che "anche con l'opposizione sarà creata una commissione ad hoc". "Quello della gestione rifiuti e della relativa tassazione - aggiunge è un argomento complesso e su cui i cittadini sono sensibili. Quello che però vogliamo dire da subito è che d'ora in poi ci sarà tolleranza zero per chi abbandona i rifiuti: arriveranno telecamere di sorveglianza e multe".

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata



Tag

Calenda in tv: «Quando Renzi era premier, noi ministri lo prendevamo in giro»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca