QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 11°12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 19 novembre 2019

Attualità lunedì 11 maggio 2015 ore 18:21

Un impegno dal governo sulla sanità volterrana

Durante l'incontro promosso dal Pd il sottosegretario De Filippo ha dato rassicurazioni e ribadito la necessità di fare sistema tra le realtà esistenti



VOLTERRA — "Abbiamo mantenuto l'impegno. Avevamo detto che saremmo tornati a Volterra insieme al governo per fare il punto sulle strutture del sistema sanitario a partire dal mantenimento del centro Inail ed eccoci qua". Con queste parole Antonio Mazzeo, capolista PD nel collegio di Pisa alle prossime elezioni regionali, ha introdotto l'incontro sul futuro della sanità in Val di Cecina a cui ieri sera, 10 maggio, nella sala del consiglio comunale a Volterra, ha preso parte insieme al sottosegretario alla Sanità Vito De Filippo, il segretario toscano del PD Dario Parrini, l'onorevole Federico Gelli, la candidata PD al consiglio regionale Anna Batini oltre ai vertici locali del Partito Democratico. Ad ascoltare gli interventi anche il sindaco di Volterra Marco Buselli e l'assessore Gianni Baruffa.

Il governo, attraverso il sottosegretario De Filippo ha voluto confermare l'impegno sulle realtà che insistono sul territorio. "Sono contento - ha spiegato - di aver potuto toccare con mano una realtà così all'avanguardia e posso ribadire che il centro Inail dovrà consolidarsi sempre di più". "Volterra ha tutte le carte in regola per giocare un ruolo strategico nel recupero e nella riabilitazione medica quanto meno a livello regionale e come governo faremo il possibile per sostenere il processo di valorizzazione di queste strutture - ha aggiunto - è ovvio che tutto questo sarà tanto più facile quanto più le singole realtà sapranno interagire tra loro e ragionare in un'ottica comune e non più come singole entità". 

Arriva in una nota anche il commento del sindaco Buselli: "il Sottosegretario De Filippo ha dato assicurazioni sulla tenuta dell'Ospedale di Volterra, oltre all'apprezzamento per la sfida raccolta dalla città in merito alla dismissione degli Opg, creando strutture alternative con nuove realtà che si stanno insediando all'interno del presidio ospedaliero, come la Rems o l'altra struttura ad alta intensità per pazienti psichiatrici che sono state concesse a Volterra". "Il polo psichiatrico si va di fatto a sommare, come ha confermato l'onorevole Gelli, alle eccellenze già esistenti – spiega il primo cittadino - ad Inail, ad Auxilium Vitae ed all'Ospedale di base". Il sindaco "oltre a chiedere garanzie irrinunciabili per gli Ospedali delle aree periferiche, logisticamente disagiate, insulari e montane" ha rinnovato "la disponibilità al Sottosegretario per ulteriori altri bisogni si dovessero manifestare nel settore dell'assistenza psichiatrica".

"La nostra sfida, qui e più in generale a livello regionale, è quella di riuscire davvero a fare sistema - ha spiegato Mazzeo - L'ospedale, il Centro Auxilium e quello Inail devono essere considerati parte di un'unica realtà complessiva che, anche dalla Regione, deve essere trattata come tale; solo così le eccellenze che sono presenti al loro interno potranno essere valorizzate e questo territorio potrà evitare il rischio che singolarmente vengano depauperate". "In consiglio regionale - ha ribadito - lavoreremo affinché, nell'attuazione del nuovo piano sanitario, si proceda da un lato al taglio dei doppioni e degli sprechi e dall'altro alla valorizzazione di realtà di grande valore e di grande utilità al cittadino proprio come quelle di Volterra". 

Batini ha voluto sottolineare anche un altro aspetto: “Volterra e, in generale, l'Alta Val di Cecina, territorio in cui è 'over 65' circa il 26 per cento della popolazione residente, ci indicano un altro ambito su cui impegnarsi sempre di più". "La crescente incidenza della popolazione anziana, infatti - ha spiegaato la candidata del Pd - fa emergere il bisogno di assistenza domiciliare e deve indurci a impegnarci per far sì che un po' dell'eccellenza del 'sistema salute' toscano si trasferisca dagli ospedali e, in generale, dalle strutture alla sanità territoriale e ai servizi domiciliari”.



Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Cronaca