comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 20°30° 
Domani 19°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 11 luglio 2020
corriere tv
Francesco Bellomo, magistrato destituito perché pretendeva minigonna per le allieve, fa ancora lezione tra le proteste degli allievi che gli gridano «vergogna»

Politica giovedì 16 aprile 2020 ore 11:00

Benini, "Il Comune pensi a soluzioni mirate"

Roberta Benini
Roberta Benini

La capogruppo della Lista Civica Per Volterra contesta alcune affermazioni del sindaco Santi e chiede aiuti per le categorie economiche



VOLTERRA — "Abbiamo letto un'intervista rilasciata dal Sindaco Santi su stampa dal titolo "impossibile azzerare le tasse".Nessuno ha in tasca soluzioni facili, ma la semplicità con la quale il primo cittadino dice che dobbiamo attendere che il Governo assicuri liquidità per la ripartenza e la prosecuzione delle attività, non ci trova in accordo", spiega la capogruppo della Lista Civica Per Volterra Roberta Benini.

"Tutti sappiamo che i Comuni hanno avuto spese improvvise, ma questo non è sicuramente una buona motivazione per far pesare interamente sui cittadini e sulle attività gli effetti di questa tremenda crisi. Il Comune deve fare la propria parte, non solo "posticipando" o "congelando" , ma proponendo azioni consistenti che allevino il peso ai cittadini, soprattutto a coloro che in questo periodo non hanno lavorato e non hanno avuto entrate. 

Questa pandemia ha avuto effetti diversi sull'economia delle persone: alcune categorie non hanno subito alcun decremento, altre sono state lievemente toccate, ma molte sono state travolte da una situazione che non gli ha offerto possibilità di scelta e di entrata. Il Comune deve pensare a tutto questo e tenerne di conto, proponendo soluzioni mirate

Deve rinunciare ad incassare soprattutto da chi sta subendo di più, chiedendo con forza al Governo, come molti Comuni stanno già facendo, l'incremento del Fondo di Solidarietà Comunale, attraverso la copertura dello Stato della somma corrispondente a quella necessaria all'eliminazione o abbattimento dei tributi locali, e non con riparto interno al sistema degli Enti Locali. 

Scegliere di rimandare le scadenze posticipa solo il far emergere il problema, ma non è una soluzione. Cosa succederà quando i cittadini o i commercianti si troveranno a dover pagare, senza aver avuto entrate, due o tre scadenze ravvicinate?

La risposta è ovvia, ed allora non basta dire che è impossibile azzerare le tasse. Abbiamo già dato dimostrazione, con la marcia indietro sugli aumenti di servizi scolastici di inizio anno, che se si vuole, le soluzioni possono essere trovate. Ci vuole coraggio".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità