comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 29 maggio 2020
corriere tv
Coronavirus, Crisanti: «L'app Immuni ci farà buttare una montagna di soldi»

Attualità lunedì 24 febbraio 2020 ore 11:55

Il dolore per la morte di Tognoni, partigiano

Gianfranco Tognoni
Gianfranco Tognoni

Era presidente onorario della sezione Anpi volterrana. In questi giorni tantissimi attestati di stima: "Sei un esempio per tutti noi"



VOLTERRA — Qualche giorno fa è morto Gianfranco Tognoni, partigiano e presidente onorario della sezione volterrana dell’Anpi.

Una dipartita che ha creato dolore nella comunità volterrana e in tutti quelli che lo conoscevano e lo avevano frequentato.

"Aveva solo 14 anni - hanno ricordato da Anpi Volterra - quando iniziò ad aiutare i partigiani, inizialmente dislocati in Berignone prima che la Brigata Garibaldi si trasferisse, unendosi a d altri gruppi, nelle Carline. Pur nella sua modestia, era ancora molto legato a questa sua esperienza di vita e volentieri si metteva a disposizione per raccontarla a scolaresche, magari accompagnandole nei luoghi in cui operava. Con i muli, insieme al babbo portava ai partigiani le armi, gli equipaggiamenti e i viveri lanciati dagli alleati col paracadute, affrontando enormi rischi. Oppure portava il grano a macinare in qualche mulino".

"Ma molti viveri e beni utili provenivano dalle nostre campagne - hanno aggiunto da Anpi Volterra - Aveva un rapporto ottimo con i contadini del luogo, che erano sempre disposti a dare qualcosa, mentre verso i padroni, per ottenere i rifornimenti, era necessario esibire “il mitra spianato”. Sono parole sue, pronunciate in un’intervista rilasciata a Francesco Gronchi, allora laureando. La sua tesi ora è pubblicata da questa Sezione. Nella conclusione dell’intervista Gianfranco dichiara: “la lotta di classe può essere stato un motivo scatenante la guerra dei partigiani, oppure tutti lo abbiamo fatto per un futuro migliore, e onestamente dopo la guerra un cambiamento c’è stato, anche grazie alla politica del Pci”. Caro Gianfranco, il tuo esempio ci stimola a non mollare nella difficile lotta per affermare la democrazia, l’antifascismo e una società migliore e più solidale. Sei un esempio per tutti noi".

Tognoni è stato ricordato anche da Anpi Pisa: "Come tanti altri giovani, scelse la lotta partigiana per liberare il Paese dall'occupazione tedesca, per chiudere i conti con la dittatura fascista, per dare all'Italia un futuro fondato sulla democrazia, sulla libertà, sull'uguaglianza, sulla solidarietà".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità