QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 16°21° 
Domani 18°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 16 giugno 2019

Attualità mercoledì 22 maggio 2019 ore 10:19

Festa della pesatura del sale, apre la salina

Gli impianti Locatelli di produzione del sale a Saline di Volterra aperti per un giorno, in occasione della rievocazione della pesatura del sale



VOLTERRA — Sabato 25 maggio gli impianti di produzione del sale a Saline di Volterra saranno aperti al pubblico, in occasione della rievocazione della pesatura del sale.

Un’occasione unica di accedere agli impianti della storica salina, accompagnati dal personale della Locatelli Saline di Volterra, società proprietaria della salina, che per l’occasione si renderà disponibile ad illustrare i processi di produzione del sale.

L’apertura della Salina è prevista alle 16, per accogliere il corteo storico e la rievocazione della pesatura del sale, realizzata dal Comitato delle Contrade Città di Volterra che annualmente ricorda l’antico “rito” della pesatura.

Al termine della rievocazione si terrà la cerimonia della donazione del dipinto di sale, un’opera realizzata dall’artista Simonetta Princivalle, che ha utilizzato il sale della salina ed altri materiali come corda e cartapesta. Questa iniziativa fa parte di un progetto condiviso da Feisct, per portare l’arte contemporanea lungo gli itinerari culturali.

A seguire, inizieranno le visite guidate alla salina, che avranno una durata di circa trenta minuti e verranno effettuate a gruppi di circa 30 persone. Il percorso porterà i partecipanti a scoprire il processo di produzione del sale, all’interno dello stabilimento, per arrivare ad ammirare il “salto dell’angelo”, suggestiva cascata di sale che rappresenta il momento più affascinante del percorso, all’interno del capannone “Nervi”, così chiamato in quanto progettato dal celebre architetto.

La salina estrae sale di salgemma fin dai tempi degli Etruschi e negli anni ha rappresentato un punto di riferimento importantissimo. Fu poi il Granduca Pietro Leopoldo a volere la costruzione dell’impianto industriale e a fornire così la spinta per aumentare la produzione e far sì che la salina arrivasse ad avere centinaia di dipendenti, rappresentando quindi il cuore di Saline di Volterra.

Il sale che ancora oggi si produce è un sale di salgemma che raggiunge un livello di purezza al 99 per cento e proprio per questo apprezzato per molteplici utilizzi.

Il percorso è ricco di fascino, all’interno di un sito industriale che raccoglie testimonianze di un passato che affonda le proprie radici in epoca etrusca e rappresenta il cuore di una comunità nata e cresciuta intorno alla salina. La Salina ha vissuto poi nel Novecento un triste declino ma da qualche anno la nuova gestione, grazie a scelte lungimiranti ed investimenti mirati all’ottimizzazione delle risorse ed all’aumento di produttività, ha scelto di aprire un dialogo con il territorio, aprendo l’impianto e collaborando con Feisct e con le realtà locali per la valorizzazione del patrimonio culturale che l’impianto e la sua storia rappresentano.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cultura

Attualità

Politica