Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:VOLTERRA18°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ddl Zan, Calderoli (Lega): «Meglio fermarsi qui che fare una 'porcata'»

Politica lunedì 12 maggio 2014 ore 21:36

Volterra Futura: "l'attuale amministrazione ha trascurato la fragilità del territorio"

I crolli e le frane sono legati a "eventi meteorologici che negli anni sono divenuti più aggressivi, ma soprattutto alla mancanza di opere di manutenzione"



VOLTERRA — Per Volterra Futura una delle priorità fondamentali è "creare un sistema di interventi programmati per manutenzione e messa in sicurezza del territorio, nell’ambito dell’Unione dei Comuni".
Le frane e l’interruzione della SP15 e delle strade comunali, come ad esempio quella di Santa Margherita, il crollo dello sperone in piazza Martiri della Libertà, delle mura medievali in Piazza dei Fornelli, dei muri di sostegno in Viale Trento e Trieste, o le condizioni critiche della SR 68, "sono tutte facce dello stessa medaglia: eventi meteorologici che negli anni sono divenuti più aggressivi, ma soprattutto mancanza di opere di manutenzione".
"Se la filosofia è quella di non riparare le lesioni e le crepe che si vedono - scrive la coalizione di Paterni -  come ad esempio quella ampiamente documentata sul famoso sperone in Piazza Martiri della Libertà, o come quelle altrettanto documentate sui muri di sostegno in Viale Trento e Trieste, sarà ben difficile che ci si preoccupi delle lesioni che non si vedono". Per il centro sinistra "è  fondamentale fare manutenzione ad ogni primo cenno di fessurazione, accompagnata da verifiche e monitoraggi strutturali e questo è possibile con un’allocazione attenta delle risorse, ancor più possibile tramite l’Unione dei Comuni".
"L’insensibilità dell’attuale amministrazione nei confronti della fragilità del nostro territorio - scrive Volterra Futura - è sotto gli occhi di tutti: proprio mentre si verificavano i crolli, il Comune approvava la Variante per far costruire proprio nella parte più delicata della città, e cioè nell’affaccio Sud, le case popolari a San Felice, gli altri edifici abitativi alla ex stazione e nell'area posta al di sopra del distributore dell’AGIP, gli altri previsti di fronte alla piscina comunale e l'asilo nido; per non parlare della previsione della nuova caserma della finanza, fortunatamente abortita, di fronte al campo sportivo delle Ripaie".
La lista di centro sinistra si domanda: "a chi giovano tutti questi interventi edili?" "Crediamo con convinzione - conclude Volterra Futura - che nessun giovamento porteranno alla popolazione: Volterra ha bisogno prioritariamente di interventi di manutenzione, monitoraggio e messa in sicurezza".

Fonte: Volterra Futura – Paolo Paterni Sindaco

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due scosse sono state registrate nella serata di ieri, entrambe con epicentro nel comune di Castelnuovo. Nessun danno a cose e persone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca