Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:VOLTERRA20°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 19 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Attualità sabato 10 luglio 2021 ore 17:30

Il Comitato Pro Ospedale respinge le accuse

Il Comitato Pro Ospedale con gli amministratori comunali

Dal neonato comitato arrivano puntualizzazioni dopo alcune critiche ricevute: "Non è nostra intenzione fomentare discussioni o scontri"



VOLTERRA — "Leggiamo in questi giorni tanti interventi che ci chiamano in causa e parlano del Comitato Pro Ospedale. Vorremmo subito chiarire che non è nostra intenzione fomentare discussioni o scontri. Vogliamo comunque cercare di spiegare la posizione del Comitato Pro Ospedale, che si può sintetizzare in tre semplici parole: decisa, propositiva e inclusiva".

Questo quanto si sentono di precisare dal Comitato Pro Ospedale, per il quale "Amareggia che invece in molti contesti si cerchi sempre e comunque lo scontro, con il possibile scopo di voler primeggiare, soprattutto quando ci si autoelegge a unici portatori degli interessi della collettività. Ecco, anche noi siamo collettività, anche noi siamo cittadini, e siamo un collettivo variegato che crede fermamente che l’unione faccia la forza, ma anche che nessuno abbia la verità in tasca".

"Il Comitato - hanno ricordato ancora - nasce per la voglia di unire per difendere e tutelare l’Ospedale e il diritto alla salute, non per cercare chi è più bravo: tanto è vero che abbiamo invitato a farne parte tutte le associazioni che si sono sempre occupate di valorizzare o difendere l’ospedale e oltre. Dispiace leggere accuse da chi dovrebbe essere portatore degli stessi ideali ed interessi per la comunità. Si vede che, tra le righe, c'è molto di non scritto, e che evidenzia dei secondi fini".

"Siamo stati "accusati" di essere accondiscendenti verso l’Amministrazione solo perché ci siamo istituzionalmente presentati con proposte dirette, dicendo chiaro al Sindaco che deve apertamente schierarsi dalla parte dei cittadini. Rispettiamo le idee di tutti, ma non crediamo che chiedere di realizzare una sub intensiva (anestesiolosica e/o cardiologica) significhi pregiudicare la realizzazione della terapia intensiva. Anzi, il nostro cronoprogramma, presentato all’amministrazione comunale al completo, a nostro parere serve proprio a gettare le basi per poi arrivare a chiedere altro, a chiedere di più, avendo alle spalle servizi strutturati che ad oggi non ci sono e che dobbiamo pretendere vengano attivati".

"L'abbiamo spiegato: questa è una partenza - concludono dal Comitato Pro Ospedale -, che chiede che vengano subito realizzate quelle azioni che la stessa Direttrice Casani aveva già dichiarato di voler realizzare, con la modifica della delibera sulla patologie tempo dipendenti sia per i traumi che per gli ictus, con richieste precise anche al Presidente della terza commissione del Consiglio della Regione Toscana. Non abbandoniamo il resto, credendo che se creiamo basi solide, possa essere richiesto anche con maggior forza. Per noi è importante seguire un metodo di lavoro che porti risultati, anche con clamore e attraverso manifestazioni impattanti, ma con metodi costruttivi e senza inutili battaglie di posizione create allo scopo di far prevalere un gruppo, un’associazione o un cittadino rispetto all'altro. Rispettiamo ogni metodo di lavoro, credendo che l'obbiettivo ospedale sia un tema che riguarda tutti. Quando i risultati arriveranno, chiunque li avrà portati o abbia aiutato a conseguirli (magari sperando di essere tutti insieme), sarà una vittoria per la Città e non di un’associazione o del Comitato. Per questo abbiamo scelto la sostanza di un Comitato, che non vuole essere autoreferenziale e che si estinguerà quando avrà raggiunto lo scopo per cui è nato. Il metodo dello scontro fine a se stesso, scelto da altri come modus operandi, non ci appartiene. Potremmo dire che Volterra lo abbia anche già sperimentato, con scarsi risultati purtroppo. Adesso a testa bassa cercheremo di lavorare, cominciando dal chiedere incontri istituzionali con tutti i comuni della val di Cecina, perché l’unione, e non il "distinguo", fa la forza. Chi fosse interessato ad aderire al Comitato Pro Ospedale Volterra – Valdicecina, può scrivere a ospedalevolterra.comitato@gmail.com".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I lavori di rifacimento della rotatoria di Casagiustri. Nei prossimi mesi ci sarà anche la decorazione dell'area interna
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cultura

CORONAVIRUS