QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 21°31° 
Domani 22°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 26 agosto 2019

Attualità venerdì 27 gennaio 2017 ore 18:00

La donna del rally fa arrabbiare il sindaco

Foto d'archivio

Un'organizzatrice di eventi automobilistici voleva effettuare un test. Definisce il primo cittadino "Negativo e maleducato". Lui: "Siamo contrari"



MONTECATINI VDC — Niente da fare, i test proprio non piacciono al sindaco di Montecatini Valdicecina Sandro Cerri. E la cosa non è andata giù a Lorenza Bellini, titolare di un’azienda italiana, la Rts, che organizza eventi sportivi automobilistici per i piloti e le case costruttrici ufficiali del Campionato del Mondo Rally.

I due devono avere intrattenuto un colloquio telefonico "movimentato" perché Bellini ha deciso di scrivere una lettera per criticare quello che è stato, a suo avviso, un trattamento deplorevole: "La nostra azienda esiste dal 2005 - spiega Bellini - e lavora in tutta Italia e all’estero, con buona collaborazione con enti, ditte private, strutture ricettive e realtà locali insistenti sui vari territori in cui operiamo".

"Giova a tutti ciò che facciamo - premette l'organizzatrice - giova al territorio di per sé come ogni evento importante ma giova soprattutto all’economia del paese, che vive anche in periodi “morti” dell’anno perché portiamo gente negli alberghi, nei ristoranti".

"Giova ai Comuni, sempre più in difficoltà per i tempi di crisi e le politiche del governo e quindi anche un piccolo contributo che diamo per il rifacimento delle strade sterrate - prosegue Bellini - sgravando i Comuni di questo onere è molto gradito dagli Amministratori che cercano sempre nuove risorse per far fronte alle esigenze del territorio".

"Ogni qualvolta organizziamo uno dei nostri eventi, è nostra cura coinvolgere le Pro Loco, i Comitati di Pubblica Assistenza, i pensionati, i giovani disoccupati, i commissari di percorso locali e dare lavoro a tutti coloro che si trovano sul territorio dove andiamo anziché portare nostro personale da fuori, proprio come maniera di ringraziare il territorio ospitante e coinvolgerlo nella manifestazione".

"Insomma ci piace dire che quello che facciamo è sì un nostro interesse privato ma ne condividiamo i vantaggi con il territorio ospitante e con estrema educazione ci poniamo nei riguardi delle Amministrazioni così come di tutti i cittadini, anche quelli più scocciati ad esempio dal disagio arrecato con i minuti di attesa".

Questa la premessa. Bellini passa quindi a elencare le ragioni del suo malcontento: "Questa lettera nasce dal dispiacere di essere stata trattata letteralmente a pesci in faccia dal vostro signor sindaco - si lamenta, riferendosi al colloquio telefonico con il primo cittadino Sandri Cerri - e neanche di persona, per il semplice fatto di averlo contattato per chiedergli di svolgere una giornata di evento a Montecatini Val di Cecina".

"Un evento che il vostro sindaco non mi ha dato neanche modo di spiegare, ne di valutare con lui, perché mi ha subito inveito, con un atteggiamento estremamente negativo e maleducato, chiudendo la telefonata brevemente e successivamente buttandomi anche giù il telefono".

L'organizzatrice si dice allibita: "Non per la sua chiusura totale nei confronti dei rally, che capisco, ma per il modo arrogante e offensivo di porsi nei confronti di un’organizzatore, per di più una donna, che propone e vi garantisco con la massima educazione, di portare un evento su di un territorio".

La risposta di Cerri è molto chiara: "Mi meraviglio dell'insistenza di questa persona - ribatte il sindaco. - Prima di tutto, me lo avrebbe dovuto chiedere in tempo: in tre giorni non posso certo riunire giunta, ufficio tecnico e municipale. Poi c'è una nostra volontà politica contro i test (ed è questo che ci era stato proposto) perché creano disagi alle persone che vivono sulle strade".

"Non siamo pregiudizialmente contrari alle gare di rally - specifica il sindaco - ma con così poco preavviso davvero non ci sarebbero stati i tempi anche qualora avessimo voluto valutare la cosa. Questa insistenza è quindi davvero inutile".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cultura

Attualità

Attualità