Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA14°20°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 30 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Fiume di fango sfiora le case: a Formia frana la montagna dopo il nubifragio

Attualità mercoledì 09 febbraio 2022 ore 17:20

La Pro Loco rivuole il cinema a Saline

Un'immagine d'epoca della sala cinematografica di Saline
Foto di: Foto Facebook

La sala ex Cral, abbandonata e in disuso, potrebbe essere recuperata: "Un incubatore di socialità che può essere riqualificato con i fondi del Pnrr"



VOLTERRA — La Pro Loco di Saline rivuole il proprio cinema. A esporsi sul tema è proprio l'associazione di promozione culturale e turistica della frazione volterrana, che invoca un intervento affinché la sala cinematografica chiusa ormai dal 2007 possa tornare a illuminarsi.

"Applaudiamo con soddisfazione al finanziamento complessivo di 9 milioni per il prosieguo degli scavi del teatro romano e per gli stanziamenti per la realizzazione del nuovo teatro stabile in carcere. Questi due importanti interventi hanno in comune il fatto di rivolgersi a luoghi della cultura quali teatri - hanno fatto sapere dall'associazione - come salinesi e come Pro Loco, però, non possiamo ritenerci pienamente soddisfatti, in quanto non vediamo ancora luce per un altro luogo della cultura che meriterebbe un processo di sviluppo e di rigenerazione: il nostro cinema".

"La sala ex Cral versa in condizioni di totale abbandono e, a oggi, non si intravedono concrete prospettive di ripresa, rilancio e restauro, se non dei limitati interventi di manutenzione ordinaria - hanno proseguito - il cinema di Saline è stato per anni considerata un fiore all’occhiello per tutta la Valdicecina: una sala completamente a norma e che poteva ospitare fino a 460 persone e che ha visto esibirsi i cantanti più importanti degli anni ’60 e ’70, dove venivano organizzati veglioni di capodanno, carnevali, manifestazioni in occasione delle varie iniziative del paese e dove veniva realizzata una programmazione cinematografica quotidiana di tutto rispetto".

"Un incubatore di socialità che, una volta venuto meno, ha ferito la comunità di Saline, che di colpo si è trovata senza il suo luogo aggregativo per eccellenza - hanno aggiunto - oggi, grazie al lavoro della Pro Loco e della Misericordia esiste nuovamente una compagnia teatrale, nata sulle ceneri della vecchia filodrammatica, che però necessita di spazi in cui poter mettere in scena gli spettacoli che organizza. Non possiamo permetterci di perdere più tempo: è necessario che le istituzioni si attivino concretamente per ottenere, se non la proprietà, quanto meno la disponibilità della struttura per avviare un'importante opera di restauro".

"Grazie ai fondi del Pnrr sono state stanziate molte risorse per il recupero di sale cinematografiche, uno fra tutti, il bando che scadrà il prossimo 18 Marzo e che aveva stanziato circa 200 milioni di euro - hanno concluso - non esiste più la scusa della mancanza di fondi, ormai è tempo di serie trattative per trovare una quadra per il recupero della struttura". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un mese di iniziative, enogastronomia e spettacoli nella frazione, dove ritorna anche la processione della Madonna del Conforto dopo lo stop per Covid
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca