Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA19°32°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scherma, Di Francisca: «Errigo emotiva». Velasco: «Dichiarazioni disgustose»

Attualità venerdì 15 dicembre 2017 ore 17:10

Scontro in maggioranza sull'ospedale

Buselli e Moschi

Buselli attacca la lista Uniti per Volterra dell'assessore Moschi: "Smettano di creare allarmismo e di difendere chi è responsabile dei tagli"



VOLTERRA — Duro intervento del sindaco Marco Buselli contro la sua ex lista, Uniti per Volterra, rappresentata oggi dall'assessore Paolo Moschi.

La spaccatura in maggioranza è nota ormai da tempo, Buselli, gli assessori Fedeli, Baruffa e Dei e altre persone sono uscite a gennaio da Upv per costituire la Lista civica per Volterra. 

Quest'ultimo litigio e gli attacchi a mezzo stampa riguardano la situazione dell'ospedale: "Il cosiddetto "input positivo che sarebbe partito dalla Regione" a detta di UpV - ha esordito Buselli - si è sostanziato in un taglio di ben ventisei posti letto dell'Ospedale, su cinquantasei totali. UpV dovrebbe quindi smettere di difendere ad oltranza la Regione che è la sola responsabile di questo scempio". 

"L'Ospedale di Volterra in realtà si regge solo sulle competenze, la passione, la forza di volontà e lo spirito di sacrificio di tutti gli operatori. Ma soprattutto si regge proprio su quelli che hanno deciso, come scelta di vita e di lavoro, di rimanere in questo territorio. Vorrei citare i medici, visto che sono stati presi in considerazione solo alcuni di Chirurgia e Ortopedia: Gianluca Carbone, Giacomo Gamberucci, Alessandro Borrello, Paolo Coli, Marcello Bernardini e Foscolo Nucci per la Chirurgia. Matteo Galgani, Stefano Vallini, Miria Tenucci per l'Ortopedia. E uno ad uno gli infermieri, gli Oss, i terapisti, i tecnici di radiologia, gli ausiliari, i tecnici di laboratorio e del trasfusionale, i centralinisti, gli operai, le logopediste, chi ha le funzioni di coordinamento, gli addetti ai servizi generali, gli amministrativi. Perché l'Ospedale è fatto da ciascuno di loro"

"Se il dottor Calvosa andrà via, come probabile - ha concluso Buselli - ci dispiacerà, ma l'importante è che l'Asl si attrezzi con estrema urgenza per l'utilizzo della sala operatoria a Volterra, altrimenti l'esposto per la Corte dei Conti è già pronto. E' una questione di principio, ma l'ortopedia certamente non è solo la vertebrale, come pure la chirurgia ha una gamma articolata di attività. Chirurgia protesica, chirurgia artroscopica, traumatologia, ad esempio, assieme a chirurgia della mano, del piede e la chirurgia funzionale, sono altre attività che quotidianamente l'Ortopedia volterrana porta avanti. L'articolo di UpV, oltre a non dare il merito a chi rimane, rischia di rappresentare un messaggio allarmistico secondo il quale questo Ospedale, dopo i tagli ai posti letto, non offre neanche più le professionalità necessarie ad una assistenza qualificata. La verità è esattamente il contrario con il nostro Ospedale che continua a salvare persone e dare ottima assistenza. L'Asl deve garantire il ricambio dei professionisti e non ci prenda in giro. In questi giorni ho fatto un blitz in pediatria perché la denuncia delle mamme sul non rispetto degli orari è dimostrazione di quanto pretendiamo".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La maggior parte dei contagi si è verificata tra i giovani, 28 tra bambini e adolescenti. I dati sanitari aggiornati alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

CORONAVIRUS

Cultura