QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 21°22° 
Domani 21°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 25 agosto 2019

Attualità mercoledì 06 marzo 2019 ore 15:12

Piazza San Michele diventa un salotto

Il progetto del Comune contro la sosta selvaggia finanziato dalla Regione, attraverso il bando sulle infrastrutture per i Centri commerciali naturali



VOLTERRA — Ventimila euro dalla Regione Toscana per la riqualificazione di Piazza San Michele. E’ quanto ottenuto dal Comune di Volterra che lo scorso novembre aveva partecipato ad un bando regionale per accedere a contributi a sostegno di investimenti destinati a riqualificare le infrastrutture dei Centri commerciali naturali (Ccn).

Il progetto prevede l'installazione di panchine in corten e fioriere al posto dei vasi presenti oggi, per impedire definitivamente la sosta selvaggia nella piazza. Inoltre, le panchine sono state progettate per avere dei led dal basso per illuminare la chiesa di San Michele.

"Da anni tentiamo, purtroppo con scarsi risultati, il contrasto alla sosta selvaggia di fronte alla Chiesa di San Michele – ha commentato il sindaco Marco Buselli, che ha fatto del caso una questione quasi personale - . Qualche rimozione nel tempo è stata fatta, una quantità di sanzioni, vasi in coccio sistematicamente rotti e persino installazioni artistiche sul sagrato, per non parlare degli appelli al senso civico andati a vuoto. Avevamo pensato anche ad un impianto di videosorveglianza. Adesso, grazie a questo bando, adotteremo soluzioni strutturali, rispettose di uno degli angoli più belli della città".

"Sono soddisfatto – ha aggiunto l’assessore al turismo Gianni Baruffa -, appena uscito il bando girai il link al presidente del Ccn Volterrano Simone Virgili. Proprio grazie alla presenza del Centro Commerciale Naturale é stato possibile accedere al bando. Dopo qualche settimana gli mostrai il progetto di riqualificazione della piazza, che sinceramente aveva bisogno di una rivisitazione completa anche per ovviare alla sosta selvaggia. Ringrazio l'architetto Bonsignori del Comune che bene ha saputo sviluppare il progetto in armonia con il contesto, in collaborazione con alcuni professionisti del territorio".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità