Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:VOLTERRA13°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 06 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Putin al volante di una Mercedes sul ponte di Crimea

Attualità martedì 24 novembre 2015 ore 16:25

"Quella strada è fuori norma da 50 anni"

Dopo il tir ribaltato fra Lajatico e Volterra interviene l'assessore Moschi: "un ruolo anche in questo incidente lo ha giocato la carreggiata stretta"



VOLTERRA — "Possibile che il traffico lungo l'asse Nord-Sud della Provincia di Pisa debba essere questo, con una strada per venire a Volterra fuori norma da almeno 40-50 anni?" A chiederselo è l’assessore alle opere pubbliche del Comune di Volterra Paolo Moschi, a seguito dell’incidente di questa mattina tra il Molino d'Era e il bivio per Pontedera, in località Ponte all'Alpino. 

"Un tir è scivolato con il rimorchio nel fosso – spiega l’assessore in una nota - Non voglio entrare nelle dinamiche dell'incidente, certo è che un ruolo importante anche in questo incidente lo ha giocato la strettezza della carreggiata della 439 Dir, che ad oggi, Anno Domini 2015, non arriva ai 6 metri, ed è fuori da ogni normativa riguardante le strade regionali, ma anche di categoria inferiore".

Nell'incidente non sono stati coinvolti altri mezzi e fortunatamente il conducente non è rimasto ferito, ma sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco anche con un'autogru per riportare il mezzo in carreggiata, oltre a polizia e carabinieri arrivati da Volterra.

"Per fortuna il tir era senza carico è si è evitata una perdita di materiali o liquidi - prosegue Moschi - Intanto la viabilità per Pisa e Valdera è rimasta interrotta per un'ora e mezza"

"L'anno scorso diversi mezzi sono così usciti fuori strada, tra cui un autobus di linea con i ragazzi delle scuole e un autoarticolato francese. - ricorda l'assessore che rivolge un "appello ancora una volta, a tutte le istituzioni della nostra Regione". "Volterra è una città ed ha diritto a delle infrastrutture a norma - spiega - Siamo un centro erogatore di servizi, e questi sono sempre più svantaggiati proprio a causa di una viabilità non in sicurezza". 

"Chiedo più giustizia sociale alle istituzioni, che significa un piano straordinario per la viabilità volterrana - conclude l'assessore del Comune etrusco - Ammetto che una maggiore sensibilità da parte di qualcuno è recentemente emersa: adesso dobbiamo lavorare uniti e con delle intenzioni chiare, perchè Volterra, prima di essere un patrimonio dell'umanità, è un patrimonio della Toscana tutta e come tale va messa in sicurezza".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La consigliera pentastellata in Consiglio regionale Galletti presenterà un'interrogazione dopo il cedimento del ponte tra Canneto e Monteverdi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità