comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17°22° 
Domani 17°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 23 settembre 2020
Giani
863.611
 
48.62%
Ceccardi
718.605
 
40.46%
Galletti
113.692
 
6.40%
Vigni
7.664
 
0.43%
Fattori
39.667
 
2.23%
Barzanti
16.061
 
0.90%
Catello
16.992
 
0.96%
corriere tv
Referendum, Crimi: «Informazione libera da interessi privati»

Politica martedì 03 novembre 2015 ore 11:00

"Sbagliato fuggire da Pisa matrigna verso Siena"

Il Pd replica a Buselli su sanità e cambio di Area Vasta: "l'amministrazione sempre alla ricerca di un nemico invece che lavorare per i cittadini"



VOLTERRA — "Puntualmente si vuol far passare il messaggio che solo a questa amministrazione sta a cuore il futuro della nostra struttura ospedaliera ed il bene della città e del territorio. E' un modo di fare come sempre fuorviante; dobbiamo smetterla con questo giochino". E' l'Unione Comunale del partito Democratico di Volterra ad intervenire in una nota stampa in merito alle recenti vicende inerenti la sanità e il cambio di Area Vasta per la Val di Cecina. Con una decisa contrarietà del Pd all'ipotetico passaggio dall'area pisana a quella senese.

"Le repliche della Giunta e della Lista Civica alle importanti e condivise considerazioni politiche del Consigliere regionale, nonché vice-segretario del Pd regionale Antonio Mazzeo - scrivono dal Pd - mostrano nervosismo e poca lucidità". "Sicuramente le modalità con cui si intendono perseguire i migliori obiettivi per il nostro territorio sono per noi molto diverse da quelle usate da questa amministrazione - aggiungono - una amministrazione sempre alla ricerca di un nemico invece che lavorare per i cittadini da istituzione con le istituzioni".

E poi si arriva a quanto accaduto nell’ultimo Consiglio comunale: "grazie agli emendamenti presentati dalla lista Volterra Futura, è stata approvata all’unanimità una mozione che chiedeva 'un approfondimento circa la collocazione dell’Alta Val di Cecina' nell’ambito della riforma sanitaria regionale". "Un approfondimento, non una decisione di passare direttamente, con una benda sugli occhi alla ricerca della 'terra promessa' alla nascitura Usl Sud-Est - sostiene il Pd etrusco Purtroppo il balletto degli ordini del giorno fatto dal sindaco Buselli e dalla sua Giunta, irrispettoso delle prerogative del Consiglio comunale e le dichiarazioni che davano i giochi già fatti con il consenso di tutti, creano, forse ad arte, una nuova situazione di scontro in Alta Val di Cecina e con la Regione".

"I risvolti e le conseguenze di questa oramai annosa volontà di fuggire da Pisa matrigna per approdare alla madre Siena, non sono stati assolutamente spiegati, approfonditi né motivati con argomentazioni concrete dal sindaco e dalla sua Giunta - aggiungono dal partito Democratico - E’ stato solo ipotizzato un fatidico raggruppamento con l’ospedale di Poggibonsi (che cosa ne pensano in Val d’Elsa?) e non sappiamo seguendo quali linee di riorganizzazione (ci giochiamo i reparti a dadi?)".

L'Unione Comunale del Pd si chiede: "come mai la Giunta Buselli, paladina dell'autodeterminazione, sempre sulle barricate contro le decisioni calate dall'alto, decide di imbarcarsi nel tentativo di cambio di Area Vasta, senza averlo minimamente partecipato con la cittadinanza e senza un processo di condivisione, di analisi e di partecipazione con le persone a cui i servizi sanitari saranno destinati?" 
E ancora: "siamo sicuri che gli operatori, i cittadini del nostro territorio, tutti i Comuni del Distretto hanno già chiara la scelta di cambiare area di riferimento?"
"Crediamo proprio di no - spiegano dal Partito Democratico - Ad oggi, basta porsi alcune domande e sembrano assolutamente prevalenti gli aspetti fortemente negativi di un eventuale trasferimento nell’area vasta sud-est". "Si ritiene che i lunghi anni di apparentamento forzoso con Pontedera e Pisa ci abbiano creato solo danni - proseguono - ma non si spiega niente del nuovo punto di approdo; non si sa se è in qualche modo ipotizzato anche da parte dell'Asl sud est e con quale disegno organizzativo".

"Siamo in una fase molto delicata per il Servizio Sanitario Regionale - illustrano dal partito -  La nostra Toscana, seguendo la linea di un processo iniziato nel 2012 e legato al tentativo di contrastare la diminuzione di risorse imposta dalla crisi economico finanziaria, sta cercando di definire un assetto organizzativo che, ridisegnando le Aziende Sanitarie e le Zone-Distretto, consenta di liberare le risorse per garantire il mantenimento dell'offerta sanitaria pubblica per i prossimi anni, garantendo nel contempo il livello delle prestazioni che tutti ci invidiano. Non è certo una sfida di poco conto".

Il Pd di Volterra "non condivide azzardate 'fughe per la tangente' e si sta già adoperando per favorire una seria e credibile interlocuzione istituzionale per costruire in maniera più condivisa possibile il futuro della sanità nei nostri territori".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Attualità