Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:VOLTERRA8°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 30 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'ultima gara di Federica Pellegrini: primo posto con standing ovation e tuffo con il presidente Malagò

Attualità lunedì 06 settembre 2021 ore 18:15

Sono partiti gli aiuti per la Sardegna

Questa mattina dal porto di Livorno sono partiti due camion rimorchio che portano in Sardegna gli aiuti raccolti in Valdicecina



VOLTERRA — Sono partiti stamani, dal porto di Livorno, i due camion con rimorchio, provenienti da Pomarance e Montecastelli Pisano, con 60 quintali di semi da prato e 40 rotoballe di fieno da recapitare, martedì 7, ai destinatari individuati tra i più colpiti dagli incendi delle scorse settimane nei 3 comuni di Tresnuraghes, Sindìa e Cuglieri. 

L'organizzazione di questo ed altri aiuti fa capo al "Comitato di solidarietà toscosarda" appositamente costituito con presidente Gabriella Sanna di Pomarance, che ha destinato a questo viaggio circa 6500 euro degli oltre 8mila raccolti in vari modi, di cui 6000 euro di semi loietto, particolarmente adatti per la semina di prati da pascolo, forniti da un produttore di Pomarance a prezzo particolarmente scontato e con trasporto gratuito fino a destinazione. 

Anche le rotoballe donate da un allevatore di Pomarance e due di Mazzolla nel comune di Volterra, sono trasportate gratuitamente salvo carburante da un trasportatore di Montecastelli Pisano.

Determinante ai fini degli aiuti si è dimostrata la disponibilità delle compagnie di navigazione Grimaldi e Sardinia, a far viaggiare gratis (salvo tasse) i mezzi con gli aiuti per la Sardegna fino a tutto settembre. 

Ciò consentirà a metà settembre di effettuare un altro viaggio da parte di un autotrasportatore di Venturina con altre rotoballe e circa 2000 metri di reti per recinzioni offerte da un produttore a ottimi costi/qualità. 

"Ciò è quanto ci è consentito di fare con i fondi raccolti, con altri che arriveranno potremo addurre ulteriori aiuti sempre per sicure necessità già attualmente individuate", spiega il comitato. "L'altra iniziativa del nostro comitato, cioè quella di coinvolgere Terna per il lancio di mangime nelle zone impervie dei boschi per gli animali selvatici che rischiano di morire di fame, finora assistiti solo dai cacciatori fin dove possono arrivare a piedi, pare andata a buon fine in quanto da Terna di Cagliari veniamo informati che sono in corso contatti con Prefettura e Protezione civile per organizzare i lanci da elicotteri normalmente usati per ispezionare le linee ad alta tensione delle zone boschive."

"I nostri fondi finora raccolti, e come prima detto in gran parte già destinati, sono derivati per circa la metà da associazioni (Proloco Pomarance, Mondo Migliore Pomarance, Pubbliche Assistenze di Montecerboli, Sasso Pisano, Montecastelli Pisano, San Dalmazio, Ponsacco, Misericordia di Pomarance, Gruppo Sportivo/Castello Giovani Serrazzano, Filarmonica G.Puccini Pomarance).

L'altra metà da donazioni individuali tramite bonifico o ai banchetti toscosardi di Pomarance, Serrazzano e Volterra. Un sentito ringraziamento a tutti quanti per la sensibilità e la fiducia in vario modo dimostrata, valori che ci hanno consentito di percorrere un sentiero rapido sicuro e controllato di aiuti concreti, che è ciò che serve di più in simili circostanze quasi sempre attraversate da ritardi e confusioni organizzative. Quanto fatto non è certo esaustivo di tutte le necessità, però è di sicuro un aiuto concreto che copre uno spazio di bisogni consentendo ad altri soggetti di concentrarsi su altre necessità. Se arriveranno altri fondi, altre donazioni, altre offerte di prestazioni gratuite, le indirizzeremo nelle stesse direzioni, aggiungendo la possibilità (ad anno nuovo quando saranno di nuovo fioriti i campi e gli alberi) di aiutare a ricostruire il patrimonio dell'apicoltura distrutto. 

Dopodiché il nostro comitato, appositamente costituito con tanto di statuto registrato all'agenzia delle entrate, avrà esaurito il proprio compito. Non si esauriranno mai, però, i positivi rapporti che si sono realizzati tra noi semplici cittadini toscosardi coinvolti, che in buona parte ci siamo conosciuti ex novo, o conosciuti meglio, con l'occasione, e che da questa esperienza usciamo arricchiti di nuovi sentimenti cui non vorremo mai più rinunciare".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore altri 6 pomarancini sono risultati positivi al coronavirus. Gli altri due casi in altrettanti Comuni del territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità