Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA-0°8°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 30 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
I gessi rossi nel mezzo al Parco di Montioni in Toscana: lo scempio dell'ex cava diventata discarica (con materiali cancerogeni)

Cultura venerdì 09 luglio 2021 ore 09:43

Teatro Romano, Festival internazionale atto XIX

A Palazzo dei Priori presentata l'edizione 2021 del Festival, che coinvolgerà anche i Comuni di Castelnuovo e Montecatini Valdicecina



VOLTERRA — La Sala del Maggior Consiglio di Palazzo dei Priori ha ospitato la presentazione del Festival Internazionale Teatro Romano Volterra Edizione XIX, che ha ricevuto il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Volterra e che coinvolgerà anche i Comuni di Castelnuovo e Montecatini Val di Cecina.

Anche quest'anno il Festival è organizzato da Ttr, il Teatro di Tato Russo. Il cartellone si compone di 25 appuntamenti tra teatro, danza, musica ed eventi di interesse artistico. Da segnalare, come produzione del Festival, in Prima Nazionale, Mandragola (12 – 13 Agosto). “Il capolavoro di Niccolò Machiavelli – ha spiegato il regista Migliorini - è affidato ad un cast eccellente, con una messa in scena che nasce da un approfondito studio filologico”. 

Prodotto anche in questo caso dal Festival Internazionale Teatro Romano Volterra con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana e con il patrocionio della Società Dantesca Italiana e dell’Accademia dei Sepolti, è il disco Lectura Dantis di Simon Domenico Migliorini e David Dainelli. La presentazione è in programma al Teatro Romano il 22 Luglio. Evento centrale del Festival è la Cerimonia di consegna dei Premi Ombra della Sera (Teatro Romano, 7 Agosto). Tra i premiati del 2021 Peter Stein, Alessandro Benvenuti, Nicola Fano, Vladimir Derevianko, Luca Mannucci, Salvo Vitale.

A ricevere il prestigioso riconoscimento Migliorini ricorda il caro amico Antonio Salines premiato nel 2014. Negli anni il grandissimo artista recentemente scomparso è rimasto sempre molto legato al Festival dove molte volte è stato protagonista della scena. Anche quest’anno come era stato deciso con lui, verrà rappresentata (1 Agosto) una sua produzione, Casina o le allegre comari di Plauto di Tito Maccio Plauto, Prima nazionale. L’adattamento e la regia sono di Carlo Emilio Lerici, con Mariano Rigillo, Anna Teresa Rossini, Fabrizio Bordignon, Valentina Martino Ghiglia, Susy Sergiacomo, Roberto Tesconi, Tonino Tosto.

Alla presentazione del Festival c'erano Giacomo Santi, sindaco del Comune di Volterra, Dario Danti, assessore alle culture, Volterra internazionale, artigianato, Roberto Pepi, presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, e Simon Domenico Migliorini, fondatore e guida artistica del Festival. In collegamento da remoto sono intervenuti Tato Russo, organizzatore del Festival, Aurelio Gatti, fondatore e coordinatore della Rete Nazionale Teatri di Pietra di cui il Festival di Volterra fa parte, Giuseppe Liotta, critico teatrale, ed alcuni tra i protagonisti degli spettacoli in programma: Ksenija Prohaska dal Teatro Nazionale di Spalato, il regista Carlo Emilio Lerici, Gianni Calistri e la Compagnia Volpe.

"Il Festival - ha detto Migliorini -, dopo il ritrovamento provvidenziale delle gradinate in vetroresina costruite trent’anni fa, proprio in occasione dell’inaugurazione della passata stagione, quest’anno offrirà agli spettatori una platea ‘ristrutturata’ con la nuova pavimentazione in legno e più vasta dovuta al posizionamento di un numero ancora più elevato degli antichi spalti in vetroresina. Questo nell’attesa del recupero integrale che sarà possibile grazie all’intervento del progettista Patrizio Giannelli e grazie all’architetto Piero Inghirami che ha donato al Festival i suoi progetti. Ad entrambi vanno i miei ringraziamenti”.

"Da quest'anno la collaborazione fra il Festival Internazionale del Teatro Romano e l’Amministrazione comunale di Volterra si è fatta molto più stretta - ha ricordato il sindaco Santi -: abbiamo infatti sottoscritto una convenzione pluriennale che dà continuità e stabilità a questa importante manifestazione per i prossimi anni. È la prima volta che viene fatto e questo va nella direzione di rendere le istituzioni sempre più vicine al tessuto associativo di Volterra, nell'ottica di progettare insieme la rigenerazione umana e culturale del nostro territorio”.

trailer Festival 2021
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore altri 6 pomarancini sono risultati positivi al coronavirus. Gli altri due casi in altrettanti Comuni del territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Politica

Attualità

Attualità