comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°19° 
Domani 12°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 29 settembre 2020
corriere tv
Covid, Fauci: «Il nemico non è Fauci o Burioni, ma il virus»

Attualità venerdì 08 maggio 2020 ore 11:12

Test Covid a 147 volontari Anpas, un positivo

Test forniti dalla Regione Toscana, tra i volontari delle Pubbliche assistenze di Valdera e Valdicecina c'era un solo positivo, a Sasso Pisano



VOLTERRA — Sono stati effettuati, nelle rispettive sedi, i test sierologici ai volontari e dipendenti delle Pubbliche Assistenze della zona pisana Anpas. 

Per l'Alta Valdicecina e alcune associazioni della Valdera "ci siamo avvalsi - ha spiegato Graziano Pacini, coordinatore zona pisana Anpas - di una apposita ambulanza con autista ed infermiera, messa gentilmente a disposizione dalla Pubblica Assistenza di Pisa in segno di solidarietà verso le realtà più piccole e periferiche com'è nella natura del nostro movimento".

I test sono stati forniti dalla Regione Toscana (500 per le pubbliche assistenze pisane) come estensione dei test avviati per i sanitari Asl al mondo del volontariato che ne è stato a stretto contatto in questo periodo di grave emergenza. 

Nella sola giornata di ieri, con questo mezzo itinerante, si sono svolti 147 test ad altrettanti volontari Anpas, di cui solo uno è risultato positivo, quindi messo in quarantena e sottoposto al tampone richiesto come previsto dal proprio medico prontamente avvisato.

Nel dettaglio delle rispettive sedi, sono stati esaminati volontari o dipendenti o del servizio civile delle pubbliche assistenze: 10 a S. Dalmazio, 19 a Montecastelli, 16 di cui 1 positivo a Sasso, 36 a Montecerboli, 10 a Ponteginori, 18 a Palaia, 38 a Calcinaia

Oggi pomeriggio l'ambulanza conclude il nella sede della Pubblica Assistenza di Fornacette, dove ci sono 60 test da fare. 

"Le altre nostre Pubbliche Assistenze - ha detto Pacini - (cioè Pisa, Cascina, Pontedera, Ponsacco, Litorale Pisano, Capannoli, Santa Maria a Monte, in parte dotate di locali accreditati e infermieri, provvedono in proprio a svolgere i test per complessivi circa 300 stick, esame goccia di sangue al dito). L'ottima partecipazione degli interessati, che hanno aderito su base volontaria in quanto test facoltativo per il nostro settore, ha fatto sì che si rendesse necessaria una ulteriore richiesta di stick con reagente alla Regione, che dovrebbero arrivare nei prossimi giorni. Con questa prossima dotazione contiamo di poter estendere i test anche ai volontari della protezione civile (esclusi nella prima fase), compresa la PA protezione civile Alta val di Cecina di Larderello che peraltro ha svolto un ruolo di primo piano all'interno dei nostri comuni, tanto diffusamente riconosciuto da ricevere donazioni da molte associazioni comprese diverse pubbliche assistenze".

"Questa nostra scelta, di omaggiare i nostri volontari che di solito operano portando i bisognosi spesso anche molto lontano con tanti disagi, di uno screening effettuato a ciascuno nella propria sede, evitando gravosi spostamenti specie in questo momento di restrizione, ha fatto scattare con la gratitudine un sano senso di appartenenza che non guasta mai.E, soprattutto, non ci limita affatto nel condurre azioni di sempre miglior collaborazione con i nostri partner di Misericordie e Croci Rosse, vera forza di rete e di credibilità nell'interlocuzione con le Asl e le altre istituzioni" ha concluso Pacini.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Cronaca