comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 11°23° 
Domani 11°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 27 maggio 2020
corriere tv
Sala: «Ci sono Regioni che non vogliono i milanesi. Me ne ricorderò quando andrò in vacanza»

Cultura venerdì 31 maggio 2019 ore 18:40

Tutto pronto per il torneo di tiro con la balestra

Piazza dei Priori torna indietro nel tempo con gli uomini addestrati alla difesa del Comune. La sfida è tra i migliori balestrieri



VOLTERRA — Piazza dei Priori di Volterra sabato 1 giugno alle 16 torna indietro nel tempo, quando le contrade cittadine in un giorno di festa presentavano al cospetto della milizia cittadina, uomini “addestrati alla difesa del Comune”. 

Così nelle splendide atmosfere di Volterra, la Città veste i panni del suo lontano medioevo, offrendo uno spaccato di vita di metà del 1300, quando le Contrade ed i Castelli intorno a Volterra, erano obbligati ad offrire ai Notabili, al Priore della Città ed al Capitano della Compagnia Balestrieri, i migliori tiratori perché si sfidassero per entrare a far parte della milizia cittadina. Un “duello” tra balestrieri che sarà arricchito dalla splendida cornice della Città di Volterra. La sfida si concluderà con un tiro in corniolo o tasso, per decretare il migliore su tutti: il Priore dei Balestrieri, insignito del collare d’argento, simbolo della manifestazione e della Città. La manifestazione è gratuita e non necessita di prenotazione.

Per questo speciale ventesimo anniversario del Comitato delle Contrade di Volterra, simbolo della disfida tra le contrade, verrà messo in Palio nella manifestazione del giorno seguente, ovvero il Palio del Cero, un drappo realizzato dall'artista Anna Maria Guarnieri, nota non solo per le sue pittosculture richiamanti le civiltà del globo, ma anche per aver realizzato i drappi del Palio dei Balestrieri di Gubbio (PG) e il Palio degli Arcieri di Signa (FI). Il drappo di Volterra della Guarnieri, si ispira ad un antico racconto intorno all'anno 550, che vede la città salvata da un lungo assedio ostrogoto, grazie al vescovo San Giusto, patrono di Volterra che per dimostrare che la città non era affamata, fece calare dalle mura, offrendole agli assedianti, ceste colme di pane appena sfornato, tanto che Totila, il Re degli ostrogoti, fece subito togliere l'assedio.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità