QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10° 
Domani 10°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 14 dicembre 2019

Attualità venerdì 21 aprile 2017 ore 08:00

Ultimo appuntamento per gli 80 anni del classico

Sabato 22 aprile, nella sala del Consiglio comunale di Volterra, tavola rotonda con Nicola Gardini per celebrare il liceo Carducci



VOLTERRA — Il latino visto come anello di congiunzione tra passato e futuro, come elemento fondamentale che, basandosi su ciò che siamo stati, ci permette di avere la consapevolezza di ciò che siamo e ci fornisce gli strumenti per decidere ciò che vorremo essere. Dialogo temporale e intergenerazionale reso possibile dal tratto identitario che accomuna la lingua antica con la nostra cultura. Queste tematiche verranno affrontate durante la tavola rotonda con Nicola Gardini, autore del libro Viva il latino. Storie e bellezza di una lingua inutile e docente di Letteratura italiana e comparata a Oxford.

A seguire il concerto del Duo Luciano Tristaino - Gisbert Watty, Istituto Superiore di Studi Musicali "R. Franci” di Siena e, a concludere l’iniziativa, l’aperitivo curato da VolaTerra.

L’incontro, pensato in occasione delle celebrazioni dell’ottantesimo anniversario del Liceo Classico Carducci di Volterra, si svolgerà, sabato 22 aprile dalle 9,15 alle 13, nella Sala del Consiglio Comunale di Palazzo dei Priori.

È questo l’ultimo appuntamento, organizzato dall’Istituto per gli ottanta anni della sua fondazione, che vedrà la partecipazione anche dei cittadini a un evento che non riguarda solo i docenti e gli allievi della scuola, ma l’intera comunità. Il radicamento del Liceo, infatti, è estremamente forte e parte integrante del tessuto sociale e della storia di Volterra.

"Il programma per le celebrazioni dell'ottantesimo anniversario della costituzione del Liceo Classico "G. Carducci" di Volterra – ha dichiarato il Dirigente Scolastico dell’Istituto, Gabriele Marini - è stato fitto e articolato e ha sottolineato, grazie all'incontro con personalità del mondo accademico e della cultura, l'importanza della cultura umanistica, a partire dallo studio delle lingue classiche, ai fini dello sviluppo di competenze fondamentali per affrontare la complessità dell'oggi. Inoltre il fitto cartellone delle iniziative ha esaltato il protagonismo delle studentesse e degli studenti del liceo classico facendo emergere la loro testa ben fatta ed ha evidenziato quanto il liceo classico sia una scuola con radici ben solide ma al contempo una scuola con sicure fondamenta che poggiano nel presente e uno sguardo attento al futuro e all'innovazione.

Intendo ringraziare i docenti del liceo classico, a partire dalla referente del liceo classico, professoressa Lucia Ghilli, e tutti i docenti del liceo classico oltre a tutto il personale, docente e ATA dell'istituzione scolastica, per l'impegno profuso e per l'attenzione mostrata alle attività proposte.

Un ringraziamento particolare va all'Amministrazione Comunale di Volterra e a tutta la comunità volterrana per aver sostenuto la scuola in questo percorso di celebrazioni che ha interessato tutto l'anno scolastico e ha posto l'accento sul buon stato di salute del nostro Liceo Classico, facente parte oggi dell'Istituto di Istruzione Superiore "G. Carducci" di Volterra".

Viola Luti
© Riproduzione riservata



Tag

Sardine a Roma: la vista dall'alto di piazza San Giovanni

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Cronaca