QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 21°22° 
Domani 21°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 25 agosto 2019

Attualità mercoledì 02 settembre 2015 ore 18:50

Con l'Astiludio Volterra saluta il medioevo

Una tradizione che dura ormai da 35 anni: bandiere in cielo per la conquista del Bravìo, l’ambito trofeo in alabastro



VOLTERRA — Con l’Astiludio si conclude questo week end la kermesse medievale che ha coinvolto tutta la città di Volterra fino da ferragosto. Sabato 5 e domenica 6 settembre saranno di scena gli sbandieratori provenienti da ogni parte d’Italia che nel Torneo storico casalingo, patrocinato dalla FISb e dalla Regione Toscana, si sfidano per la conquista del Bravìo. L’ambito trofeo in alabastro decorato ogni anno da un artista volterrano per il 2015 è stato realizzato da Giovanni Gianfaldoni, figlio d’arte, nasce a Volterra nel 1961 dove vive e lavora.

UN TUFFO NEL PASSATO. Si inizia sabato 5 settembre con un’Astiludio “vintage” per festeggiare i 35 anni di Astiludio; una esibizione di vecchie glorie, rigorosamente over 35 delle rappresentanze di Volterra, Massa Marittima, Faenza e Querceta. Una manifestazione dal sapore di altri tempi realizzata da chi ha fatto la storia della bandiera negli anni’80 e ’90 a cominciare dall’otto volte Campione Italiano di Singolo, Alessandro Benassai. L’appuntamento è alle ore 16,30 con la partenza del corteo storico da Porta a Selci composto da tutti i gruppi partecipanti; alle 17 arrivo in piazza, saluto delle autorità ed inizio delle esibizioni.

LA GARA. Domenica 6, invece, intera giornata di gare. Il regolamento prevede che i gruppi possano partecipare con una piccola squadra, una grande squadra, un gruppo musici e uno o più singoli e coppie. Saranno premiati i primi classificati di ogni singola specialità, mentre la somma dei migliori punteggi ottenuti nei giochi determinerà l’assegnazione del Bravìo.
Concorrono per l’assegnazione del Bravìo i gruppi che presentano tutte e cinque le specialità di singolo, coppia, piccola e grande squadra e musici.

Si comincia la mattina alle 10,30 con la nona edizione dell’Astiludio Giovanile, che vede a confronto sbandieratori e musici di età compresa fra gli otto e i quindici anni suddivisi nelle tre fasce di età: prima fascia (8/10 anni), seconda fascia (11/13), terza fascia (14/15).
Saranno 5 i gruppi partecipanti all’edizione 2015 dell’Astiludio Giovanile, per un totale di 18 esercizi. Il Gruppo Sbandieratori e Musici Contrada della Corte di Quattro Castella (RE) presenta un singolo, una coppia e la piccola squadra tutti in terza fascia mentre il Gruppo Musici e sbandieratori Le Fiamme di Caracosta saranno in piazza con 2 esercizi, il singolo e la piccola squadra in terza fascia.
Un singolo in seconda fascia, due in terza fascia e una coppia sempre in terza fascia per la Contrada il Ponte di Forte dei Marmi (LU). Per i padroncini di casa del Gruppo Storico Città di Volterra un singolo in prima fascia con la piccola Chiara Cancelli, due singoli in seconda fascia con Gioele Gabellieri e Lorenzo Tamburini e un singolo in terza fascia con Niccolò De Amicis, due coppie in prima fascia Chiara Cancelli e Giacomo Tamburini, Marco Verani e Pietro Tedeschi, una coppia in seconda fascia con Dimitri Noccetti e Lorenzo Tamburini e una coppia in terza fascia con Niccolò De Amicis e Gioele Gabellieri e due piccole quadre, una in prima fascia ed una in terza oltre al gruppo dei musici.

Un toscano e un piemontese invece i gruppi in lotta per il Bravìo 2015, cioè quelli che presenteranno almeno un esercizio in tutte e cinque le specialità: il Gruppo storico sbandieratori Città di Volterra che si presenta con tutte le specialità, lo scorso anno ha vinto la gara della grande squadra e dei musici, arrivando al primo posto nella combinata. Le coppie saranno Silvestri/Dell’Aiuto e Paladi/Pescucci, mentre i singoli saranno quelli di Marin Paladi e di Filippo Silvestri. 

Il Gruppo sbandieratori e musici Principi d’Acaja di Fossano (CN) vanta numerose partecipazioni in Piazza dei Priori fin dal lontano 1984, ma nessuna affermazione. Si presenta con tutti gli esercizi, fra cui spiccano i musici ed il singolista Andrea Vissio. Una squadra che presenterà tre specialità è quella del Palio dei Micci di Querceta (LU), Vincitore nel 2012 nel 2013 dell’Astiludio, quest’anno presenteranno la Piccola squadra, tre singoli: Flavio Cocci, vincitore lo scorso anno e probabilmente Giacomo Tarchi e Federico Tardelli e due coppie formate da Cocci/Moriconi e Bresciani/Niccoletti. Anche la Contrada Il Ponte di Forte dei Marmi (LU) vanta diverse partecipazioni in Piazza dei Priori senza però nessuna affermazione e presenteranno due singoli e una coppia. La società dei Terzieri Massetani di Massa Marittima (GR) che vanta due vittorie all’Astiludio e che presenterà un solo singolo, probabilmente l’astro nascente Fabio Ciampelli.

La partenza dei cortei è previsto per le 15,15 esatte, al suono delle campane di contrada i cortei si muovano dai diversi punti della Città per convogliare in Piazza dei Priori e dopo i saluti di rito avrà inizio il Torneo. Il verdetto con la proclamazione del vincitore è prevista intorno alle ore 19.

20 ANNI DI AMICIZIA CON I FEUERWEHT E LA FANFAREZUG DI HEIDELSHEIM. Con i 35 anni dell’Astiludio c’è un altro anniversario da festeggiare: è dal 1995 infatti che il Gruppo Storico Sbandieratori Città di Volterra ha stretto un rapporto di Amicizia con il Gruppo Tedesco dei Feuerwehr e Fanfarenzug della libera Città Imperiale di Bruchsal.Heidelsheim, nella regione del Baden-Wuttemberg.
Il Gruppo dei vigili del fuoco volontari ad Heidelsheim è stato fondato l’ 11 luglio 1865. Quattro anni dopo, si è aggiunta la banda che aveva il compito di avvertire con la loro musica i compagni pompieri e la popolazione degli incendi in corso. La fanfara con i suoi costumi tradizionali gialli e neri con l’aquila nera dal becco e artigli rossi su campo giallo, si esibisce durante l’anno in tutto il sud della Germania in occasione di festival, raduni e feste tradizionali. Dalla fine degli anni ’90 si è aggiunto anche il Gruppo degli Sbandieratori, divenuto ormai molto conosciuto in Germania per la loro bravura sia nel gioco tradizionale che in quello acrobatico. Venti anni di gemellaggio fra i due Gruppi ma soprattutto fra i loro componenti che hanno permesso la fusione di due culture in una amicizia fraterna che va oltre il semplice scambio e che ogni anno si rinnova con l’ospitalità fra le due delegazioni.

PREMIO SPECIALE RICONOSCENZA A ANITA TRINCIARELLI E MARIO BIACCHESSI.  Il premio speciale che esprime tutta la gratitudine verso chi nel corso degli anni ha particolarmente contribuito alla crescita, al prestigio, alla notorietà del Gruppo storico è assegnato a Mario ed Anita
Il premio consiste in un medaglione d’argento, disegnato e modellato dallo scultore Carlo Lazzeri nel 1983, raffigurante lo sbandieratore avvolto dal movimento flessuoso delle sue bandiere. 
Soci fondatori, sempre presenti ed attivi nella vita sociale del gruppo storico di  Volterra, i Biacchesi hanno avuto un peso determinante nella crescita dell’associazione. Maestri e guide per molti ragazzi che in loro compagnia sono cresciuti, sono diventati adulti ed hanno visto i loro figli scendere in piazza. "Un grazie di cuore ad Anita e Mario" arriva da tutto il Gruppo Storico per quanto hanno fatto per il Gruppo che hanno guidato con passione ed entusiasmo per anni. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità