QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 19°29° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 24 agosto 2019

Attualità mercoledì 04 marzo 2015 ore 13:35

I Club non sono inutili e sono partner dell'Unesco

La replica a Migliorini del presidente del Club volterrano Flavio Nuti e della presidente della Federazione Italiana dei Club e Centri Unesco Azzario



VOLTERRA — "Le dimissioni di Simone Migliorini non sono dal Club Unesco, ma dal Comitato Promotore, e risalgono al 31 maggio 2014 ed erano conseguenti ad insanabili, diciamo così 'contrasti' sull’operato dell’allora comitato promotore sempre da me presieduto, così come quelle di Davide Plano che sono seguite nel settembre 2014 per motivi legati invece a divergenze sul programma". Queste le parole dell'avvocato Flavio Nuti presidente del Comitato promotore di Volterra che ha ricevuto il riconoscimento dello status di Club Unesco di Volterra dalla Federazione Italiana dei Club e Centri UNESCO.
Il presidente del comitato divenuto Club replica in una lettera alle dichiarazioni di Migliorini. A quella di Nuti si aggiunge anche la lettera della Federazione Italiana nella persona del suo presidente, la professoressa Maria Paola Azzario. La presidente della Ficlu cita la definizione: "il club, i centri e le associazioni per l'UNESCO sono gruppi di volontari di diverse età e status socio-professionale al servizio degli ideali dell'Unesco che agiscono sotto l'egida delle Commissioni Nazionali per l'Unesco". Il network è coordinato dalla "Federazione Mondiale dei Centri e Club Unesco (Wfuca) che è partner dell'Unesco e ne porta legittimamente il nome; la sua sede è nello stesso palazzo dell'Unesco di Parigi".
Della Ficlu, spiega Azzario, "fanno parte, a norma di Statuto, il Presidente della Commissione Nazionale e i rappresentanti di tre Ministeri". "Da qui si evince - prosegue - l'inscindibile rapporto tra la Ficlu e Commissione Nazionale Italiana nelle rispettive realtà: di Ente governativo ed Ente espressione della società civile".
"Non mi pare quindi che si possa parlare di 'inutilità' del Club Unesco - scrive Nuti - che se certamente non ha istituzionalmente la potestà di 'riconoscere' Volterra come patrimonio, prerogativa solo e soltanto degli organismi nazionali e sovranazionali dell’Unesco, ha nei suoi scopi quello di condividere e divulgare i principi dell’Unesco nella società civile organizzando eventi e convegni sul tema e sensibilizzando gli enti e le istituzioni del territorio preposte alla salvaguardia e valorizzazione dei beni storici, culturali ed artistici".
Per il presidente del Club Unesco Volterra "le dichiarazioni del sig. Migliorini (...) assumono nei tempi,nei modi e nei contenuti aspetti a dir poco 'provocatori' con affermazioni gravi, tendenziose e del tutto prive di fondamento, e, si noti, giunte proprio in occasione del riconoscimento ufficiale del nostro CLUB da tanto tempo atteso".

In allegato le lettere del presidente Nuti e della presidente Azzario



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Politica