Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:VOLTERRA10°21°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Politica giovedì 12 novembre 2020 ore 16:53

Fibra ottica, "Non c'è tempo da perdere"

Il Pd di Pomarance richiama tutti al rispetto dei tempi per una opera definita "Fondamentale" per il territorio comunale



POMARANCE — "Nel 2016 quando l’amministrazione comunale guidata da Loris Martignoni firmò con la Regione Toscana la convenzione per la messa in opera della fibra ottica nel nostro Comune nessuno poteva immaginare quanto questo servizio potesse diventare strategico per le zone periferiche come la nostra; ed ancor più importante lo diventa adesso, quando, a causa del Covid 19, tante persone ed aziende devono far convivere salute e lavoro".

Lo dice il Pd di Pomarance invitando ad accelerare sui lavori.

"Come Partito Democratico già dal mese di aprile siamo intervenuti a più riprese e con successo presso la Regione Toscana per sveltire i tempi di allaccio della fibra ottica alle nostre utenze, perché già allora molte aziende per continuare a far lavorare i loro dipendenti furono costrette ad applicare lo “smart working”.

Inoltre ci rendevamo conto di come la fibra ottica potesse costituire per il nostro Comune una straordinaria opportunità, attraendo coloro che attraverso il lavoro in remoto con infrastrutture informatiche all’avanguardia volessero cogliere l’opportunità di lavorare fuori dagli ambienti urbani venendo a vivere in territori più salubri.

Oggi infine apprendiamo come anche nel nostro Comune sia possibile usufruire del “Bonus Pc” previsto dal governo per dotare di un contributo di 500 euro per l’acquisto di computer, tablet e collegamento internet tutti quei cittadini, soprattutto studenti che, che trovandosi in condizioni economiche precarie, non avrebbero altrimenti la possibilità di dotarsi di questi strumenti indispensabili per lo studio, lo svago ed il lavoro.

All’entrata in funzione di un servizio informatico all’avanguardia come la fibra ottica si affiancherebbe così questa ulteriore opportunità che potrebbe permettere ai cittadini di poterne usufruire nel migliore dei modi. La realtà purtroppo ci dice invece il contrario. Perché dobbiamo costatare come, ormai alla fine di novembre 2020, nessuno sia stato ancora allacciato, né aziende e né singoli utenti.

I lavori stanno andando avanti tra lentezze burocratiche ed organizzative. oltretutto eseguiti con scarsità di personale e con scadenze che ad oggi purtroppo non è dato sapere.

Un servizio utile ed una grossa opportunità di crescita sta invece creando fastidio a tanti cittadini che hanno sottoscritto ormai da mesi i contratti con TIM ed una grossa incertezza per le aziende che vedono messi in discussione i loro programmi di lavoro.

Ci domandiamo quindi perché così tanto ritardo nel completare questa struttura e di chi sono le responsabilità.

È vero che viviamo in tempi difficili di pandemia, ma non riteniamo possibile che il Covid 19 possa diventare la scusa dietro la quale nascondere ogni ritardo ed inefficienza.

Richiamiamo pertanto ad ogni livello di responsabilità il Comune di Pomarance, le Ditte che hanno in appalto i lavori ed il gestore telefonico, ognuno per quanto di competenza, ad attivare ogni possibile risorsa per completare al più presto i lavori, fare gli allacci e nel caso di ulteriori impedimenti ad avvisare in modo tempestivo gli utenti, siano essi imprese o cittadini."

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le positività rilevate tra ieri e oggi sono distribuite tra 12 comuni della provincia. Ricoveri stabili negli ospedali pisani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cultura

Attualità

CORONAVIRUS