QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12° 
Domani 10°12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 18 novembre 2019

Attualità venerdì 20 novembre 2015 ore 07:00

Proposte per raccolta e smaltimento dei rifiuti

Immagine di repertorio

Garfagnini (Pd) propone di realizzare un impianto di carbonizzazione idrotermale con il coinvolgimento della Regione per produrre carbone dai rifiuti



POMARANCE — "Aumento dei costi, non raggiungimento delle percentuali sperate, problematiche future dovute alla chiusura della discarica di Buriano, al passaggio ad ATO ed altro sono aspetti che ci preoccupano". Marco Garfagnini segretario comunale del Pd e capogruppo di Sinistra Democratica Pomarance annuncia di aver "presentato una interrogazione al sindaco Martignoni ed all'assessore Fabiani per venire a conoscenza dei dati, delle difficoltà e delle prospettive legate alla raccolta e smaltimento dei rifiuti".
"Da anni chiedevamo di essere informati, di poter condividere un percorso comune per analizzare le difficoltà, non solo di costo ai cittadini ma anche di effettiva differenziazione - spiega Garfagnini - perché il tema è di primaria importanza",

L'esponete dell'opposizione annuncia alcune proposte "con lo scopo di migliorare le criticità del servizio e soprattutto sopperire alle difficoltà che vengono previste per il prossimo futuro". Propone l'eliminazione della consegna gratuita dei sacchetti della spazzatura "perché da un segnale sbagliato ai cittadini non stimolandoli ad un corretto utilizzo, vediamo troppo spesso sacchetti semivuoti; la spesa dei sacchetti già ricade sui cittadini, facendogli pagare il costo di acquisto non sarebbe un aggravio per nessuno". "Si potrebbe aumentare il loro costo, specialmente per quelli dell’indifferenziata, e destinare i ricavi ottenuti alla riduzione della Tari".

Garfagnini suggerisce poi di "aumentare le tipologie dei rifiuti da differenziare" perchè "le tre tipologie attuali non sono sufficienti, deve come minimo essere suddivisa la raccolta del multimateriale e quella dell’indifferenziato". Inoltre, suggerisce di "riorganizzazione della raccolta anche con cassonetto per alcune tipologie di materiali, ad esempio il vetro con alcune aree nelle quali posizionare i cassonetti, anche interrati in alcune condizioni particolari". Propone poi una "effettiva e puntuale verifica, da effettuare al momento della raccolta, della corretta modalità di differenziazione ed utilizzo del servizio, ad esempio schiacciamento delle bottiglie, separazione corretta dei materiali, fino alla chiusura dei sacchetti ed il loro posizionamento per la raccolta". "Non serve uno stato di polizia nei confronti di chi sbaglia - spiega - ma sicuramente serve un’azione che punti anche alla correzione degli sbagli".

Un altro suggerimento prevede la creazione di un "punto di smaltimento e riciclo coordinato a livello zonale, anche partendo dalle isole ecologiche presenti, per coordinare i ritiri del materiale da riciclare, avere più potere commerciale aumentando le quantità".

Infine, suggerisce la "realizzazione di un impianto di carbonizzazione idrotermale, all’interno del quale conferire tutti i rifiuti solidi urbani ed organici, ad oggi ancora la maggior parte dei rifiuti prodotti, per la chiusura completa del ciclo dei rifiuti". "Questo passaggio sarà lento, ma va avviato immediatamente - sostiene Garfagnini - Abbiamo il vantaggio di avere a disposizione il calore geotermico e potremmo portare a compimento il ciclo dei rifiuti con un impianto che produce come 'scarti' un fertilizzante per agricoltura e un combustibile fossile (Biochar) conforme alla normativa europea". 

"La Regione Toscana sostiene questi investimenti, che infatti sono studiati appositamente per essere diffusi sul territorio - spiega - Ce ne sono già due in progettazione/realizzazione in Toscana, dovremmo avviare immediatamente il processo per una integrazione con la geotermia coinvolgendo Cosvig  e tutte le amministrazioni locali".

"Abbiamo presentato alcune di queste proposte all’assessore regionale Fratoni ed ai nostri consiglieri regionali - conclude Garfagnini - ritenendo fondamentale il coinvolgimento dell’amministrazione regionale con la quale organizzeremo una assemblea di zona per presentare le nostre proposte ed aprire una discussione".

Ndr: La carbonizzazione idrotermale è un modello di smaltimento dei rifiuti nuovo e che si pone come alternativo al compostaggio. Prevede un processo termo-chimico per trasformare in tempi rapidi i rifiuti umidi organici e le biomasse di scarto in un solido carbonioso, una forma di lignite. Il risultato del processo di recupero è rappresentato dal biocarbone. E' stato presentato da un imprenditore alla Regione Toscana un progetto per la realizzazione di due impianti, uno a Lucca e uno a Piombino.



Tag

Scontro Feltri-De Girolamo: «Tu mi interrompi, ma sta' zitta! Ma perché devi rompermi i c...?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca