QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 13°16° 
Domani -1°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 09 dicembre 2018

Politica mercoledì 03 ottobre 2018 ore 11:25

Gli autovelox provocano uno scontro... politico

Botta e risposta fra la lista civica UpV e l'amministrazione comunale sul funzionamento e l'omologazione dei rilevatori di velocità a Saline



VOLTERRA — L'assodato contrasto fra l'ex assessore Paolo Moschi (UpV) e l'amministrazione Buselli negli ultimi giorni ha trovato terreno fertile attorno agli autovelox installati a Saline di Volterra. Un botta e risposta tutto politico, all'interno del quale si sono susseguite accuse reciproche, precisazioni e smentite.

L'annuncio da parte del sindaco Marco Buselli di una maggiore sicurezza stradale a Saline grazie agli autovelox è stato subito stroncato dalla lista civica che ha parlato di "autovelox tarocchi": "Non sono illegali per carità, ma in quanto non omologati non sono nulla di più di semplici “bussolotti” arancioni vuoti appoggiati di lato ad una strada. Infatti, per poter rilevare la velocità, trattandosi di strada urbana, sarà necessaria la costante presenza della Polizia Municipale con apposito apparecchio, questa volta, correttamente omologato".

Immediata la replica dell'amministrazione comunale. "Le stroncature sugli autovelox a Saline di Volterra, sono semplicemente da irresponsabili - queste le parole del sindaco Buselli -. L'attacco sugli autovelox da parte di UpV è infatti quantomeno surreale. Non solo vengono divulgate delle inesattezze, perché i contenitori degli autovelox non hanno bisogno di omologazione, mentre è l'apparecchiatura di rilevazione di velocità che ne necessita, ma perchè così facendo, possono creare situazioni di disinformazione e rendere vani gli sforzi che vengono fatti per la sicurezza dell'abitato di Saline. Essendo di fatto l'involucro che può accogliere il rilevatore laser di velocità, basta avere l'autorizzazione della Provincia per l'installazione sulla strada, cosa che è stata ottenuta". 

"I contenitori - hanno quindi specificato da Palazzo dei Priori - verranno muniti di autovelox ciclicamente e senza preavviso. Va da sé che non sempre sia "carico", quindi è altrettanto ovvio che possa servire da deterrente anche nel caso sia vuoto. Infatti dai controlli fatti in questi giorni è già rilevabile che gli automezzi rallentano, così da creare una circolazione più sicura, in attesa anche dell'installazione dei passaggi pedonali rialzati. L'interesse dell'Amministrazione Comunale è concentrato solo ed esclusivamente nel garantire la sicurezza dell'abitato, ed è assolutamente da irresponsabili, nonché non vero, dire che i dispositivi installati, peraltro attivabili in qualsiasi momento di concerto con la Polizia Municipale, non servano a niente".

Una spiegazione che però non ha convinto Moschi e compagni, che ritengono comunque gli autovelox "una spesa inutile". "Quanto sono costati ai volterrani i due bussoli? - domandano da UpV - E’ al corrente il Signor Sindaco che il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con parere del 20.04.2010 prot. 34483, in riposta a specifico quesito sui bussoli, ha precisato che “l'acquisizione di dispositivi non previsti dalle vigenti norme, e non finalizzati all'accertamento delle violazioni, potrebbe concretizzarsi nell'ipotesi di danno erariale”? Meglio rispondere a una interrogazione di Uniti per Volterra o a quella del Procuratore della Repubblica presso la Corte dei Conti? Restiamo umili in attesa della risposta del Signor Sindaco Buselli".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cultura

Attualità