QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 11°12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 19 novembre 2019

Attualità venerdì 01 maggio 2015 ore 14:50

Smith, Salvini: "se serve verrò in fabbrica"

Passeggiata volterrana per il leader del Carroccio che arriva per portare la solidarietà ai lavoratori dello stabilimento di Saline: "aspettiamo le trattative"



VOLTERRA — E' il primo maggio e a Volterra, come da tradizione, si fa colazione già dalla mattina presto a base di trippa e altre specialità. Alle 10 nella centrale Piazza dei Priori arriva, come annunciato 'l'altro Matteo', accompagnato dai candidati alle regionali Borghi, candidato presidente leghista, e Donzelli, di Fratelli d'Italia. Non manca la maglietta con scritto 'Volterra'. Per il leader del Carroccio un centinaio di persone, con numerose forze dell'ordine a garantire la sicurezza, ma nessuna contestazione plateale. Assalito solo dai giornalisti e dalle televisioni nazionali, Salvini parla della questione Smith: nella frazione di Saline di Volterra 193 lavoratori rischiano di andare a casa. Ci sono alcuni di loro per incontrare il leader della Lega che li ascolta, esprime solidarietà agli operai e dichiara: "vediamo come va la trattativa, se l'azienda dovesse far finta di non sentire, verrò fisicamente in fabbrica o andremo a Roma". Poi Salvini e Borghi mostrano il cartello contro la chiusura della Smith. E' venuto per questo e dice: "difendiamo questo territorio e sono al fianco dei lavoratori". "Finchè rimaniamo a questo sistema dell'euro, dell'europa e delle multinazionali che comandano non abbiamo la possibilità o l'autorità di farci rispettare - ha detto - un sistema economico sbagliato e con il jobs act gli diamo anche la possibilità di licenziare più facilmente, uno Stato deve farsi rispettare".
Il numero uno della Lega non manca di lanciare una stoccata ai sindacati e lo scrive anche su facebook: "CGIL, CISL e UIL oggi festeggiano il primo Maggio a Pozzallo, in provincia di Ragusa, per difendere i 'diritti dei migranti', integrazione, solidarietà, immigrazione..." "Chi se ne frega dei diritti e dei problemi dei lavoratori italiani - aggiunge - pazzesco, questi sindacati sono una sciagura". 
I sindacati del territorio, intanto, sono a Saline di Volterra, dove alla manifestazione provinciale istituzioni e Cgil, Cisl e Uil hanno raccolto un migliaio di persone, dopo l'imponente manifestazione di ieri. Ma Salvini è rimasto lontano dalla manifestazione.
E sull'Expò dice "non mi presto alle sfilate 'renziane', oggi sono a fianco dei lavoratori", come quelli della Smith: "chiederemo che sia lo Stato ad intervenire anche economicamente per un'azienda di importanza strategica, qui ci sono quasi duecento famiglie con mutui e figli, che per il momento non sono ricordati da nessuno"
Salvini nella mattinata volterrana si presta alle foto con i turisti ed i simpatizzanti, prende un caffè al bar, visita un laboratorio di alabastro, prima di essere accompagnato dall'assessore del Comune di Volterra Paolo Moschi a vedere la bella Sala di Palazzo dei Priori. Poi una diretta televisiva su La 7 dalla Piazza dove Salvini ha anche illustrato le difficoltà che sta attraversando Smith.
"Ho chiesto a Salvini - dice Moschi - una tutela e una voce per i territori a livello nazionale, soprattutto quelli più disagiati. Le liste civiche sono trasversali e hanno come scopo quello di far continuare a vivere i territori. Vogliamo che i Comuni siano autonomi e liberi di operare nell'interesse dei cittadini, ci sono però delle minacce da parte di più partiti che vogliono accorpare, fondere, distruggere l'autonomia dei Comuni". E poi c'è la vicenda Smith: "chi è che riesce a contattare le multinazionali?" "Sono grandi e lontane - aggiunge l'assessore - il dramma della nostra zona deve andare alla ribalta nazionale perchè mette in ginocchio una valle che tutti dicono bellissima, ma che poi nessuna aiuta concretamente. Ho apprezzato che Salvini abbia mostrato il cartello contro la chiusura della Smith a tutte le televisioni nazionali".

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata



Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Cronaca