QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 20°28° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 18 giugno 2019

Attualità domenica 24 marzo 2019 ore 18:09

Storie storielle storiacce volterrane

Nel libro di Anna Ceccanti uno spaccato di un secolo e i disegni di Leonardo Marini, che ha 11 anni. Presentazione alla Torre Toscano



VOLTERRA — “Storie Storielle Storiacce volterrane”. Questo il titolo del libro di Anna Ceccanti che verrà presentato sabato 6 aprile, alle 16 nella Sala Melani della Torre Toscano.

"Questo libro - spiega l'autrice- tratta di avvenimenti accaduti nei cento anni che vanno dall’unità d’Italia all’immediato dopoguerra. Sono anni abbastanza vicini ai tempi moderni che pensavo di conoscere per i racconti o le memorie dei parenti anziani . Sono emersi invece tanti fatti che non conoscevo. Per la ricerca mi sono servita principalmente degli articoli dei giornali dell’epoca. Si tratta dei giornali storici volterrani come “Volterra”, “Il Corazziere”, “Volterra Libera”, “La Voce della Nuova Etruria” ed anche di quelli della provincia pisana che avevano un corrispondente su Volterra, come “La Provincia di Pisa”, “Il Corriere dell’Arno”, “Il Ponte di Pisa” e il pecciolese “L’Eco dell’Era”. A corredo della ricerca mi sono servita anche dell’Archivio Post-Unitario di Volterra, fonte di documenti inediti comunali."

"Ho tralasciato - aggiunge Ceccanti- di parlare di fatti importanti del periodo in esame perché già conosciuti e mi sono concentrata su altri fatti, scandali, situazioni, che fossero lo specchio del particolare momento storico. Tantissime sono le notizie inedite, si parla di processi importanti come quello degli alabastrai e quello delle Suore di Santa Caterina, della, chiamiamola col suo nome: truffa, perpetrata dal governo centrale del Regno al Comune di Volterra, con la quale sono state incamerate migliaia di lire raccolte dalla cittadinanza per un patriottico motivo che poi si è rivelato una bufala. Ci sono storie di errori giudiziari ma anche cronache degli svaghi dei volterrani, come il teatro, le corse ciclistiche e i cavalli".

"Uno spaccato di un secolo che racconta di una comunità partecipe in modo attivo alle vicende del mondo che stava cambiando. Una comunità battagliera che non accettava tanti soprusi e si faceva sentire concretamente, ben diversamente dal letargo in cui siamo calati ora. Oggi  - conclude Ceccanti- siamo ammaestrati e appiattiti. E’ una soddisfazione per me, la collaborazione con mio nipote Leonardo di undici anni, appassionato e disegnatore di fumetti che ha disegnato delle storie di questo libro, devo dire con serietà e passione e spero di poter continuare con lui questa strada".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Politica