Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA19°25°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 17 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Galatasaray-Lazio, la clamorosa papera di Strakosha: l'autogol regala la vittoria ai turchi

Attualità giovedì 08 ottobre 2020 ore 11:52

Torna VolterraGusto, "Il cibo è cultura"

Con un'edizione speciale e in piena sicurezza anti Covid torna, a fine ottobre, a Volterra, un appuntamento molto atteso



VOLTERRA — Sarà un'edizione di Volterragusto davvero speciale quella che sabato 24 e domenica 25 ottobre, e ancora sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre, si prepara ad ospitare la città.

In un anno quantomai complesso il segnale che arriva dalla conferma di un evento attesissimo e ormai parte della storia recente di questa città è la voglia di guardare avanti con fiducia, vivendo un contesto di leggerezza e socialità – allestito nell'imprescindibile rispetto di tutte le misure di sicurezza anti Covid che il periodo ancora impone – anche come occasione per riscoprire tradizioni, luoghi e culture.

Cuore pulsante della manifestazione, tra Piazza dei Priori e Le Logge del Palazzo Pretorio, sarà la XXIII edizione della Mostra mercato del tartufo bianco e dei prodotti tipici dell'Alta Valdicecina che dalle 10 alle 20 celebrerà Sua Maestà il tartufo affiancato dai tanti produttori che proporranno formaggi, salumi, vino, confetture, dolci, cioccolato e tanto altro ancora.

“Il cibo è cultura” è il tema scelto quest'anno, sviluppato attraverso momenti che uniranno le ricchezze gastronomiche locali con il patrimonio storico, architettonico e museale unico che Volterra è in grado di offrire: in questa direzione un programma che coinvolgerà musei e luoghi di interesse cittadino, come il Museo Civico Guarnacci (con visiche tematiche per grandi e piccini come “I Rasenna cercatori di tartufo: il tartufo ai tempi degli etruschi” e “Il Cibo degli Dei: il tartufo nella mitologia”), il Teatro Romano (“Terrae Tufer: il tartufo sulla tavola degli antichi romani”), la Pinacoteca Civica (“Sua Maestà il tartufo: il tartufo alla Corte dei Medici), Palazzo De' Priori (“Volterra Di-Vino”, banco di assaggio dei vini locali a cura di Fisar delegazione storica Volterra e Associazione Vignaioli di Volterra), le Cantine di Palazzo Viti (tavolo degustazione di prodotti tipici), il Duomo di Volterra (visitabile fresco di restauro), la Torre del Maschio di Volterra della Fortezza Medicea, struttura oggi adibita a penitenziario, con visita guidata che inclusiva anche degli Orti del Carcere.

Molte altre le iniziative in cartellone, da scoprire sul sito della manifestazione (www.volterragusto.com) che, come da tradizione, offrirà tanti i motivi per trascorrere giorni di piacere e relax in uno dei territori più suggestivi di Toscana.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Usl nordovest rassicura sul fatto che le ostetriche che andranno in pensione saranno regolarmente sostituite e non ci saranno carenze organiche
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità