comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:33 METEO:VOLTERRA-1°5°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 16 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'usura al tempo del Covid: così le mafie stanno soffocando l'economia | Roberto Saviano

Attualità martedì 24 novembre 2020 ore 16:21

L'ambito turistico Valdelsa Valdicecina è realtà

Uno scorcio di Monteriggioni

In "Terre di Valdelsa e dell’Etruria Volterrana" sono 11 i Comuni coinvolti, tra le province di Siena e Pisa. Monteriggioni è capofila



VOLTERRA — Il cosiddetto "Ambito territoriale omogeneo Terre di Valdelsa e dell’Etruria Volterrana" inizia a prendere forma e operatività con nuovi strumenti e strategie per supportare la promozione turistica degli undici Comuni che ne fanno parte. Questi Comuni sono in parte in provincia di Siena e in parte in quella di Pisa: Monteriggioni, nel ruolo di capofila, Casole d’Elsa, Castelnuovo Val di Cecina, Colle di Val d’Elsa, Montecatini Val di Cecina, Monteverdi Marittimo, Poggibonsi, Pomarance, Radicondoli, San Gimignano e Volterra. 

Costituito nel settembre 2018 su iniziativa della Regione Toscana insieme ad altri 27 ambiti territoriali, "Terre di Valdelsa e dell’Etruria Volterrana porterà avanti tutti gli strumenti promozionali come Valdelsa Valdicecina - hanno assicurato dal Comune di Volterra -, denominazione scelta per potenziare l’attrattiva dei territori e favorire maggiori ricadute economiche sui territori interessati". 

Dopo il primo avvio, si apre, così, una seconda fase di attività che conteranno su un finanziamento di circa 70mila euro della Regione Toscana. Le risorse sono state assegnate all’ambito territoriale omogeneo Terre di Valdelsa e dell’Etruria anche grazie al supporto dell’agenzia inhouse Terre di Siena Lab, che ha coordinato lo stesso ambito e gli strumenti da realizzare.

Le attività sostenute dal finanziamento regionale andranno a consolidare la prima fase di avvio dell’ambito territoriale omogeneo Valdelsa Valdicecina, che ha visto la realizzazione del logo e di materiali informativi coordinati, quali cartine a strappo per ogni Comune, una mini guida e un flyer informativo sugli eventi organizzati negli 11 territori. Tutti i materiali sono supportati da canali social già attivi su Instagram, con il profilo @valdelsavaldicecina e la pagina Facebook Valdelsa Valdicecina, gestiti in maniera coordinata con i canali social collegati al portale ufficiale della Regione Toscana Visit Tuscany. Inoltre, è già stata realizzata una piattaforma web che collegherà l’ambito Valdelsa Valdicecina con il portale Visit Tuscany e che verrà lanciata entro le prossime settimane nella sua versione rinnovata con una campagna di comunicazione realizzata in maniera coordinata con Toscana Promozione Turistica.

“In questa seconda fase progettuale - ha spiegato l’assessore al turismo di Monteriggioni Marco Valenti a nome di tutti i Comuni membri - intendiamo migliorare e rafforzare le strategie sviluppate a livello di area mettendo in campo strumenti e strategie condivise e innovative. Dopo un lungo periodo di confronto fra i territori che ne fanno parte, si apre così una nuova fase più concreta e operativa. Grazie alle idee e alle sinergie messe in campo stanno per essere coinvolti in maniera operativa tutti gli uffici turistici, chiamati a collaborare e a confrontarsi sia tra loro che con gli operatori del settore turistico e ricettivo: l’obiettivo è favorire una crescita coordinata e sinergica dell’ambito Valdelsa Valdicecina. Presto presenteremo ufficialmente tutto il lavoro fatto e avvieremo la fase più operativa per guardare oltre l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo e ripartire appena possibile con attività di promozione turistica”.

“In questi mesi - ha ricordato l’assessora volterrana al turismo, Viola Luti - abbiamo lavorato per predisporre e per strutturare le azioni programmatiche da mettere in campo per la promozione turistica del nostro ambito. Un piano coordinato e condiviso che permetterà di valorizzare e di promuovere in modo strutturato le risorse artistico-culturali, enogastronomiche, artigianali e paesaggistiche del nostro territorio. Il comparto turistico è, infatti, un asset strategico per tutto l’ambito ed è necessario supportarlo facendo rete e creando sinergie per poter essere competitivi e attrattivi". 

"Stiamo, inoltre, lavorando alla definizione di azioni strategiche con al centro la rigenerazione umana - ha aggiunto Luti -, il tema del dossier che abbiamo presentato per il titolo di Capitale Italiana della cultura 2022. La notizia che Volterra è tra le 10 città finaliste, infatti, costituisce per l’ambito e per la Toscana un’importante opportunità di rilancio fondata sulla cultura come elemento di promozione turistica e di sviluppo dei territori".



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cultura