Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:VOLTERRA20°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 19 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Politica domenica 05 settembre 2021 ore 14:35

Biglietto unico e idrogeno per rilanciare il treno

Partecipato incontro per il rilancio della linea ferroviaria Saline-Cecina. Noferi (M5s) per una "mobilità compatibile, sostenibile e integrata"



VOLTERRA — Grande partecipazione ieri a "Un treno per un territorio", iniziativa a favore del rilancio e della valorizzazione della linea ferroviaria Saline - Cecina. Al centro la presentazione dei risultati emersi dall'indagine statistica relativi ai flussi turistici sulla linea Saline - Cecina a cura del dottor Roberto De Marco, con gli interventi di: Massimo Macucci, Professore ordinario di Elettronica all'Università di Pisa; Marco Antonelli, Professore ordinario di Macchine a fluido all'Università di Pisa, presidente del Corso di Laurea magistrale in Ingegneria energetica; Maurizio Chiusa, Direttore esercizio ferroviario SAD Trasporto locale viaggiatori; Gino Maioli, Presidente Dinazzano Po- Impresa ferroviaria merci, Scalo ferroviario & Piattaforma logistica; Alberto Cesare Minoia, Direttore Tecnico di Trenord.

"È stato un onore partecipare ieri al convegno organizzato dalla Pro Loco Saline - ha commentato Silvia Noferi, consigliera regionale del Movimento 5 Stelle - che prendendo spunto dalla riattivazione della ferrovia nel tratto Cecina-Saline di Volterra, ha organizzato un convegno nel quale diversi esperti di mobilità, fra professori universitari e imprenditori, hanno mostrato come il treno possa essere la connessione fra forme di mobilità collettiva (treno) e privata (bicicletta) senza praticamente impatto sul territorio, né in termini di consumo di suolo che di produzione di inquinamento, se non quello di fungere da cerniera fra luoghi poco conosciuti e forse anche un po’ isolati".

"Un modo diverso di vivere e essere turisti - ha sottolineato Noferi - che vuole riscoprire sensazioni dimenticate, senza fretta, senza la confusione delle folle o dei motori, che si connatura perfettamente al paesaggio volterrano, affascinante e romantico in ogni stagione. Sono state presentate molte idee e proposte, alcune anche molto concrete e di facile realizzazione, come il biglietto unico regionale treno + autobus, di cui ci faremo portatori come iniziativa in Regione Toscana, sia altre più avveniristiche come la sperimentazione del treno a idrogeno, che si potrebbe cominciare a sperimentare proprio qui, a Volterra, in una tratta che per le sue particolarità sarebbe perfetta per iniziare “un’altra storia”, quella della transizione verde, del passaggio dai combustibili fossili ai combustibili con produzione zero di anidride carbonica".

"Una tecnologia, quella dell’idrogeno - ha concluso la consigliera regionale - di cui ancora non si parla in Regione, anzi per la precisione quando noi del Movimento 5 Stelle ne parliamo, veniamo guardati con sufficienza e scherno, quasi come venissimo dalla Luna. Il futuro è dietro l’angolo e ci metterà alla prova, il nostro compito è quello di fargli trovare la porta aperta.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I lavori di rifacimento della rotatoria di Casagiustri. Nei prossimi mesi ci sarà anche la decorazione dell'area interna
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cultura

CORONAVIRUS