Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:35 METEO:VOLTERRA17°32°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 28 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cosa guadagna l'America dalla guerra

Attualità giovedì 26 novembre 2015 ore 13:10

Cultura, arte, psichiatria da Nof4 ed oltre

Inaugurazione della sala con il graffito di Nannetti insieme a varie iniziative: libri, letture, foto, video e spettacoli teatrali sull'ex manicomio



VOLTERRA — Si inaugura, grazie all’impegno della onlus “Inclusione Graffio e Parola”, una sala dedicata alla porzione di graffito di NOF4 all'interno della biblioteca e centro di documentazione 'Lombroso' che si trova nel complesso ospedaliero di Volterra.

L'appuntamento è per il 28 Novembre alle ore 16 e dopo l’inaugurazione seguirà il convegno “Ri-Creare il mondo”, giornata della rinascita sociale.
Ci sarà una lettura a leggio del testo poetico “Nannetti 182 metri di follia” di Maria Grazia Carraroli, con le voci di: Carlo Ciappi attore e fotografo, Arturo Chiariallievo della scuola di teatro “La Pergola” di Firenze e Maria Grazia Carraroli, autrice del libro (edito da Le Voci della Luna 2010). In programma anche la proiezione del video di Luciano Ricci “NOF4 resti di vita”. Poi la presentazione del libro “H24” di Alessandro Squilloni, che sarà accompagnata da alcune letture di Simone Migliorini, tratte dal libro Corrispondenza Negata; e ancora la proiezione di fotografie dell’autore e del fumetto “NOF5” Graphic Novel ispirato alle vicende di Fernando Nannetti, realizzato da Gianni Giudici e Paolo Andolfi.

Alle 21, invece, è in programma lo spettacolo teatrale  "NOF4 - Il comandante delle stelle" nella “Sala NOF4”. La rappresentazione su Nannetti è a cura della compagnia teatrale Soluzioni Artistiche, da un'idea di Mauro Alessandria, Marinella Ferrero e Lucia Cervo, realizzato e interpretato da Lucia Cervo e Marinella Ferrero musiche di Andrea "Frisk" Lazzero.

La onlus “Inclusione Graffio e Parola” di Volterra ha tra i suoi fini principali, la tutela e la valorizzazione del graffito originale di NOF4 e del museo dell’ex manicomio di Volterra, nonché la promozione di attività finalizzate alla solidarietà sociale e culturale di interesse collettivo per promuovere la diffusione della cultura e dell’arte legate alla psichiatria volterrana. L'associazione si pone come punto di riferimento e di aggregazione per quanti, svantaggiati o diversamente abili, possono trovare nelle varie sfaccettature ed espressioni artistiche, un sollievo al proprio disagio.

La cultura e l’arte legate alla psichiatria volterrana vengono promosse attraverso il lavoro che vari professionisti, fotografi, teatranti e scrittori hanno svolto dal 1980 ai giorni nostri, riproponendo così sul territorio opere, spettacoli e mostre che, attraverso l’interpretazione che ogni artista elabora dei luoghi e degli spazi dell’ex manicomio, possono essere visitate e tornare soprattutto sui luoghi che le appartengono. Un percorso che prevede vari appuntamenti che ridaranno la giusta dimensione culturale ai lavori e all’impegno sociale che l’ex manicomio di Volterra ha offerto ai degenti e a tutta la comunità volterrana dal 1900 al 1980


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, venerdì 27 Maggio, sono stati registrati meno casi rispetto alle 24 ore precedenti, così come in Provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità