Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:VOLTERRA17°31°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 01 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Boris Johnson si spaventa al saluto di Erdogan e gli sposta la mano

Cultura giovedì 27 giugno 2019 ore 09:18

I Signori dell'Ortino

Un momento dell'inaugurazione

I “Signori dell’Ortino”, mostra al Centro Studi Espositivo. Tanta gente per l'inaugurazione di una esposizione che racconta la storia di Volterra



VOLTERRA — Presso il Centro Studi Espositivo “S. Maria Maddalena”" della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, è stata inaugurata la mostra “I Signori dell’Ortino. Aristocrazie gentilizie all’alba della città di Velathri”, promossa dalla Soprintendenza A.B.A.P . di Pisa e Livorno, dalla Fondazione CRV dalla cooperativa archeologica, con il contributo di MIBAC art Bonus.

L'evento è stato presentato da Massimo Carlesi consigliere della Fondazione CRVolterra che ha illustrato il programma delle mostre che si svolgeranno nel corso dell'anno. 

Seguirà a luglio l'inaugurazione dell'esposizione "Graffi profondi di memorie" dedicata a Nof 4 e ad ottobre la mostra fotografica "La cappella della croce in San Francesco". A portare i saluti istituzionali il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra Roberto Pepi che ha sottolineato come il ruolo della Fondazione stessa sia sempre più quello di valorizzare i beni e le risorse storiche e artistiche del territorio rendendole fruibili ai residenti ed ai turisti. Per l'amministrazione Comunale ha portato il saluto l'Assessore alla Cultura Dario Danti.

"La mostra - ha detto il funzionario della Soprintendenza ai beni A.B.A.P di Pisa e Livorno Elena Sorge - costituisce un importante momento di approfondimento legato allo sviluppo del centro protourbano, in relazione alla nascita della città di Velathri, rappresenta il frutto di uno scavo eseguito fra il 2015 ed il 2017 in una zona di estremo interesse dal punto di vista archeologico vicina alle Terme romane di San Felice, che ha evidenziato una complessa sequenza stratigrafica, compresa fra l’età del Ferro e la piena romanità. La presenza di materiali residuali attesta che il sito fu frequentato già dalla prima età del Ferro. Tra la fine dell’età villanoviana e l’Orientalizzante Antico (seconda metà viii- primo quarto del vii sec. a.C.) l’area fu utilizzata anche come necropoli, come attestano le tre tombe scavate, di cui viene presentata in mostra una prima selezione, assieme ai materiali più significativi." Ad illustrare nel dettaglio le attività di scavo è stato il collaboratore della dottoressa Sorge Giacomo Baldini.

La mostra resterà allestita fino al 3 novembre 2019. Ingresso gratuito per tutti i residenti del Comune di Volterra.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo va in arresto cardiaco in centro ma entra in azione il defibrillatore: trasportato da Pegaso a Cisanello cosciente e in codice giallo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità