comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 16° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 03 aprile 2020
corriere tv
Il racconto: «Ho dovuto piangere mio padre recluso in quarantena. È morto da solo»

Cronaca venerdì 21 febbraio 2020 ore 15:15

Incatenati per difendere l'ospedale

L'ospedale di Volterra

La clamorosa protesta annunciata da Sos Volterra:"Ci incateneremo per due giorni davanti al Consiglio Regionale a Firenze"



VOLTERRA — Incatenati per due giorni davanti al Consiglio Regionale a Firenze. E’ la protesta che metteranno in atto i rappresentanti dell’associazione Sos Volterra martedi 25 e mercoledi 26 febbraio per difendere l’ospedale di Volterra dal pericolo depotenziamento.

L’associazione Sos Volterra denuncia, infatti, la sottoscrizione da parte dell’amministrazione comunale del protocollo con Società della Salute e ASL che destina 8 posti letto dell’ospedale ”riconvertiti, o rimodulati, in cure intermedie dedicato ai pazienti post acuti, alla riabilitazione e ai pazienti terminali”. 

Una decisione che porterebbe l’ospedale dagli attuali 54 a 46 posti letto. "In questo modo andiamo ben al di sotto dei 50 posti letto – dichiarano i rappresentanti di Sos Volterra - e questo ci declassa a ospedale di serie C, e non lo diciamo noi di SOS, ma le linee guida di emergenza urgenza 2019 sull’emergenza intraospedaliera con ovvie e drammatiche conseguenze in primis per il pronto soccorso".

"Le Linee Guida 2019 sull'emergenza intraospedaliera descrivono, infatti, tre classi di Ospedali: quelli sopra i 500 posti letto, quelli fra 500 e 50 e quelli sotto i 50 posti letto, stabilendo per ciascuna di queste classificazioni, condizioni diverse di operatività", dicono ancora da Sos Volterra.

"Saremo là, incatenati – spiegano gli organizzatori - perché la politica ci ascolti. Facciamo appello a chi, speriamo numerosi, ci darà un sostegno morale con la propria presenza, anche se per soli pochi minuti. Nessuno ci dirà mai che vuol "chiudere l'Ospedale", ma il rischio è che lo stesso si spenga pian piano, se non si investe da subito per garantire la massima operatività, evitando di lasciare da soli i professionisti e smettendo di operare tagli mascherati. Chiediamo quindi alla Regione Toscana, nel rispetto del protocollo dalla stessa approvato, che parla di potenziamento dell'Ospedale, di bloccare l'iter dei tagli, chiedendo allo stesso tempo un incontro urgente in Commissione Sanità regionale su questi temi fondamentali per la nostra comunità".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità