QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 22°28° 
Domani 22°36° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 27 giugno 2019

Spettacoli mercoledì 26 ottobre 2016 ore 14:00

La stagione della Fortezza si inaugura al Verdi

La compagnia teatrale volterrana apre il cartellone sul palco di Pisa il 29 e 30 ottobre con la prima nazionale "Dopo la Tempesta"



VOLTERRA — E' finalmente tempo di aprire il sipario. Si inaugura il 29 e 30 ottobre la nuova stagione teatrale al Teatro Verdi di Pisa con la Compagnia della Fortezza.

Dopo l'anteprima estiva nel carcere di Volterra nell'ambito di VolterraTeatro, aprirà proprio dal palcoscenico pisano, in prima nazionale, la tournée del suo nuovo spettacolo Dopo la Tempesta. L’opera segreta di Shakespeare, drammaturgia e regia di Armando Punzo.

Il nuovo lavoro Dopo la Tempesta è quasi uno spettacolo summa che, nel confrontarsi, per la prima volta, non con una sola scrittura shakespeariana, ma con l'opera omnia, diventa un'opera totale che si confronta anche con l'eredità filosofica che il Bardo rappresenta, che stravolge il canone occidentale di cui l'autore inglese è stato inventore, il tempo, lo spazio, il ritmo, per mettere in discussione l'uomo, la sua forma rigida, la sua storia ingessata. L'apoteosi di quella utopia della libertà di poter riscrivere tutto, anche quello che sembra impossibile da cambiare e da reinventare. "Shakespeare – scrive infatti Punzo – ci consegna un’umanità persa nelle sue trame, inconsapevole di questa condizione e impossibilitata a trovare una via d’uscita. Se il Bardo è uno tra gli autori più rappresentativi del canone occidentale e ci ha creati per quello che siamo, vale la pena mettere tutto in discussione".

Di buchi neri, d’altronde, è disseminata l’opera di Shakespeare. Dentro quei testi Punzo cerca allora con la Compagnia della Fortezza il grande testo segreto, l’antidoto, il mistero che si nasconde nello spazio vuoto tra le parole, nelle maglie degli indugi di Macbeth e dei dubbi di Amleto. Tra quei fatti, tra quelle azioni e parole che vogliono rappresentare l’uomo c’è infatti uno spazio infinito da indagare, interrogare, che promette altro.

Uno spettacolo unico nel suo genere, struggente, caratterizzato come sempre da una grande magnificenza scenografica e di costumi e dalla emozionante musica dal vivo di Andrea Salvadori. 

Da segnalare che nella Cantinetta del Teatro Verdi, nei giorni di apertura della biglietteria e di spettacolo, si potrà visitare anche In cielo si combatte una guerra civile. Gli Shakespeare di Armando Punzo, installazione video di Stefano Vaja che riunisce per la prima volta in una installazione video le fotografie che documentano quelle riscritture shakespeariane di Punzo di cui il fotografo è stato testimone in una molteplicità di situazioni e di allestimenti sempre mutevoli, carcere, teatri, piazze, giardini.

E mentre dal 26 al 30 ottobre al Teatro Verdi Armando Punzo aprirà l'Atelier Shakespeare Know Well, un laboratorio per attori e attrici rivolto agli allievi di Fare Teatro, venerdì 28 ottobre alle ore 17 coloro che lo desiderano potranno, su prenotazione (max 30 persone, tel. 050 941111) andare Dietro Le quinte di Dopo la Tempesta, assistere cioè all’emozionante allestimento dello spettacolo nella giornata che precede il debutto.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Attualità