QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 16°27° 
Domani 15°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 19 giugno 2019

Attualità giovedì 21 marzo 2019 ore 16:00

Torna l'autobus serale, occhio a parcheggiare

L'amministrazione comunale fa appello al senso civico dei cittadini, affinché non intralcino il transito dei bus parcheggiando sui Ponti



VOLTERRA — Sarà ripristinata a partire dal 26 marzo la fermata in piazza Martiri della Libertà, i Ponti per tutti i volterrani, per le corse serali del trasporto pubblico provenienti da Pontedera in arrivo a Volterra alle 21 e alle 23,30. 

Di qui l’appello dell’amministrazione comunale a tutti i cittadini a "non parcheggiare sui Ponti dopo le 20, per non impedire la manovra degli autobus", si raccomanda di Erika Pescucci, consigliere con delega al Trasporto pubblico locale".

"Sono le corse dei pendolari che tornano a casa dopo il lavoro - ricorda la consigliera -, ma anche dei turisti che nel periodo estivo provengono da Firenze ad esempio per raggiungere la nostra città. Si tratta di senso civico e di rispetto che tutti dovremmo dimostrare verso la nostra città e un servizio importante come quello del trasporto pubblico".

Termina così la fase sperimentale che aveva visto interrompersi in località Monumenti, le corse serali del trasporto pubblico provenienti da Pontedera per poi terminare in piazza Ginori Conti (deposito Ctt) alla stazione. "E' stata una decisione presa non senza remore - ha detto in proposito Pescucci -, dopo che più di una volta gli autobus erano rimasti bloccati in piazza Martiri a causa della sosta selvaggia. Dopo un periodo sperimentale però, abbiamo appurato che questa soluzione ha portato più disagi che benefici, dovendo le persone scendere ai Monumenti e percorrere un lungo tratto a piedi. Crediamo che avere una piazza dedicata al terminal bus come la nostra sia un valore aggiunto in una città come Volterra". 

"Ogni giorno alle 13 - sottolinea la consigliera - confluiscono qui oltre 8 autobus per trasportare gli studenti che frequentano le nostre scuole, in ogni parte della Valdicecina e della Valdera, questo solo per quanto riguarda il trasporto scolastico. Purtroppo il fenomeno della sosta selvaggia è dilagante, si preferisce parcheggiare in divieto di sosta, o ancor peggio, sulle corsie riservate agli autobus, piuttosto che fare due passi a piedi per fare l'aperitivo o andare a cena. Oltre ad avere un parcheggio, quello di Vallebona, completamente dedicato ai residenti, ad agosto abbiamo istituito la possibilità di parcheggiare due ore gratis per gli stessi residenti sugli stalli blu, pertanto chi vuol raggiungere il centro all'ora dell'aperitivo può tranquillamente lasciare la macchina appena fuori le mura senza doversi preoccupare di niente, non ci sono più scuse che tangano, trattasi di semplice senso civico".

Per permettere il ripristino della fermata in piazza Martiri verranno ridisegnate le strisce arancioni delle corsie preferenziali del bus, ormai sbiadite, mentre l’amministrazione comunale sta anche vagliando l’ipotesi di installare telecamere per videosorvegliare la piazza dopo le 20 per scoraggiare la sosta selvaggia. "Abbiamo già individuato la posizione corretta per mettere quattro telecamere – spiega Pescucci -. Insieme alla Polizia Municipale, che ad oggi presidia la Piazza nelle ore cruciali della giornata, un grosso aiuto deriverà anche dalla presenza degli autisti ausiliari, che grazie alla convenzione stipulata con il Comune, sono autorizzati a multare chi parcheggia in divieto di sosta e ostacola la manovra e il transito degli autobus. Ci rendiamo conto che piazza Martiri rappresenta un punto nevralgico per tutti i volterrani, dove confluiscono tante realtà, ma allo stesso tempo sono fiduciosa si possa tornare ad avere il giusto senso civico per preservarla".

"Purtroppo - conclude con un pizzico di amarezza la consigliera delegata ai trasporti -, come accade per tante bellezze della nostra Volterra e di tutto il territorio circostante, non ci rendiamo conto delle potenzialità che abbiamo; comportarsi in modo civile, lottare per difendere i servizi, è un dovere di ciascuno di noi. Il terminal di piazza Martiri è un esempio di come tante possibilità possano dipendere dal nostro comportamento, rispettiamo le regole e lasciamo la piazza libera per il transito dei bus, il trasporto pubblico è un servizio per tutta la comunità, se ognuno facesse la propria parte si potrebbero ottenere grandi risultati, senza dover ricorrere a misure diverse".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Lavoro

Politica

Cultura