Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:VOLTERRA13°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 02 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, picchiano vigilante al McDonald's e si filmano: arrestati quattro trapper

Attualità giovedì 25 giugno 2015 ore 05:05

Alla Smith la partita ora si gioca sui numeri

Nei piani dei vertici aziendali resterebbero dentro solo 78 dipendenti su 193: si apre una difficile trattativa per mantenere più posti di lavoro



VOLTERRA — "Non lasceremo nessuno solo, nessuno indietro". Centra bene la questione in un post su Facebook, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi dopo l'incontro di ieri, 24 giugno, al Mise sulla vertenza della Smith di Saline di Volterra.

Perchè, come peraltro era prevedibile e annunciato, non ci sarà più posto per tutti i 193 nella fabbrica di scalpelli in via Traversa e da oggi lo scenario cambia. Ma la fabbrica, di cui lo scorso 27 aprile era stata annunciata la chiusura definitiva, resterà aperta. E ci sarà la cassa integrazione per gli esuberi, almeno per un anno, la mobilità e tutti gli altri istituti contrattuali, la formazione.

Ma il dato che forse si può leggere maggiormente come positivo, oltre ad aver scongiurato la chiusura, è quello dell'apertura di una trattativa sindacale con l'azienda nel merito del piano industriale e parallelamente l'attivazione di un tavolo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con Eni, Enel e Schlumberger, leader mondiale del settore petrolifero che controlla la Smith. Fatti che alla luce dei numeri presentati dalla Smith con oltre la metà dei dipendenti fuori dall'azienda, potrebbero sembrare poca cosa, ma che se paragonati con l'inizio della vertenza e con altre situazioni di crisi occupazionale nel Paese, non sono di poco valore.

Un ritrovato dialogo ed una possibile progettualità, dunque, un primo risultato ottenuto dopo due mesi di lotta e dopo il lungo e serrato confronto al Mise di ieri in cui le rappresentanze sindacali e le istituzioni sono riuscite a mediare con i vertici dell'azienda, in primis l'amministratore delegato Giuseppe Muzzi che per la rima volta interviene direttamente e parla di "soddisfazione per aver raggiunto un accordo di massima".

E' stato tracciato, dunque, un percorso di concertazione con la Smith Bits a partire dai numeri del piano presentato al Ministero, 78 dentro 115 fuori a causa del ridimensionamento dello stabilimento, che potrebbero però essere alla fine diversi, se questa fase di negoziazione, seppure difficile, che si è aperta, darà buoni frutti. L'obiettivo delle istituzioni e dei sindacati è chiaramente quello di salvare quanti più posti di lavoro possibile e non sarà una sfida semplice, di fronte all'azienda che pone ragioni di mercato e parla di crisi del settore.

Ovviamente solo se i lavoratori questa mattina in assemblea decideranno di accettare queste proposte, rimuovere il blocco delle merci, riprendere il lavoro per attendere questa fase negoziale per una definizione precisa del piano industriale, che dovrebbe durare 30 giorni, nell'arco della procedura di cassa integrazione straordinaria. Sarà revocata dunque la procedura di mobilità e tolta la procedura di messa in libertà che vedeva i lavoratori a casa a paga zero.

Se, come sembra dagli umori raccolti, salvo colpi di scena, i dipendenti accetteranno questa condizione, si tornerà in fabbrica e si aprirà una nuova fase di questa difficile vertenza. In cui saranno cruciali, ancora una volta, la tenuta e l'unità dimostrate finora dai dipendenti e dalle istituzioni, oltre che dalla società civile che si è stretta fin da subito intorno ai lavoratori della Val di Cecina.

Al momento, quelle su scenari futuri, restano solo ipotesi, soprattutto per quanto riguarda gli sviluppi del tavolo al Governo con la multinazionale dei servizi petroliferi. Da oggi, dunque, si volta pagina, ma non c'è scritta ancora la parola fine.

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Motivi personali e di vita alla base della scelta della vice di Santi: "Continuerò come consigliera comunale per dare il mio contributo in altro modo"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Attualità