Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:VOLTERRA11°19°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 17 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Israele, Erdogan a Biden: «Stai scrivendo la storia con le tue mani insanguinate»

Attualità domenica 21 dicembre 2014 ore 10:40

Anche il Comune va in America con la Torre

L'assessore Baruffa spiega che è stato raggiunto un accordo con Il Comune di Pisa e risponde ad Arteinbottega. Interviene anche la lista civica



VOLTERRA — Raggiunto un "accordo tra il sindaco Buselli e il vicesindaco di Pisa attraverso il quale Volterra patrocinerà tutto il materiale e il sito della torre pendente in alabastro nel suo viaggio americano". Ad annunciarlo in una nota è l'assessore al turismo del Comune di Volterra Gianni Baruffa in merito al progetto della Torre Pendente in alabastro che andrà a San Francisco.

LA REPLICA. L'assessore replica anche alla lettera aperta degli artigiani di Arteinbottega che hanno realizzato l'opera: "sinceramente argomentare un ragionamento puntando sul fatto che non sia nato sul colle denota la strumentalità di una polemica che non ha molte fondamenta". "Il mio disappunto - spiega - era nel merito di una vicenda in cui il Comune non era stato coinvolto come meritava e non certo una presa di posizione contro gli artigiani".
"Su un punto mi sento tuttavia di rassicurare: l'amministrazione è quotidianamente a lavoro nell'unico interesse di tutti i cittadini- commenta Baruffa - questo lavoro, spesso silenzioso, ma sicuramente produttivo, ha portato ad un accordo tra il sindaco Buselli e il vice sindaco di Pisa con cui i rapporti istituzionali e gli obiettivi sono condivisi".
"Tutto questo a dimostrazione del fatto - afferma l'assessore - che sarebbe bastato che chi era presente agli incontri di Pisa avesse chiesto il coinvolgimento del Comune di Volterra e molto probabilmente avrebbe avuto la stessa risposta che abbiamo ottenuto noi: la possibilità di partecipare".
"Un evento promozionale importante per la nostra città - conclude l'assessore - ringrazio il comune di Pisa che si è reso disponibile e pronto a collaborare. Auguro un buon natale e felice anno a tutti i componenti di Arteinbottega, e che questo serva a tutti per comprendere quanto sia importante collaborare, soprattutto quando ad essere in gioco è il patrimonio della Città di Volterra".

LA LISTA CIVICA. Sulla Torre di Pisa in Alabastro interviene anche Uniti per Volterra che parla di una questione che "sfiora quasi l'assurdità: il nostro assessore Baruffa ha solo cercato di fare il bene di Volterra". "Viene criticato per non essere nato qui e quindi di non conoscere le dinamiche e le usanze, mentre noi invece siamo convinti esattamente del contrario - scrive la Lista Civica - forse se solo il presidente di Arteinbottega quando ha partecipato agli incontri a Pisa avesse chiesto di inserire anche il comune di Volterra tutto questo parlare non sarebbe successo".
"Non vogliamo certo pensare che alcuni componenti dell'associazione ne abbiamo fatto una questione politica, anche perchè il bene della città va al di là di ogni colore e bandiera - affermano da UpV - mentre invece riteniamo che l'assessore abbia fatto le cose nel miglior modo, e se in qualche momento si sono accesi i toni, certamente non si alzano solo da una parte".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi casi di positività al coronavirus, seppur pochi, diventano un campanello d'allarme se rapportati alla popolazione residente
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Cronaca