QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12°14° 
Domani 12°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 19 maggio 2019

Attualità mercoledì 26 agosto 2015 ore 16:01

Dopo la festa medievale si aspetta l'astiludio

In due domeniche oltre 20mila presenze. Un successo reso possibile dai numerosi volontari che lavorano per la festa della città intera



VOLTERRA — Il fuoco della scritta AD1398 si è spento domenica sera in Piazza dei Priori, le oltre 150 magliette gialle, donne e uomini tutti volontari dell'associazione VolterrADuemila6, hanno smontato quegli allestimenti che hanno, per una settimana, fatto passeggiare in una Volterra medievale con innumerevoli eventi che hanno caratterizzato la 18esima edizione di Volterra AD 1398. Una edizione di successo: la prima domenica, 16 agosto, sfiorato il numero di visitatori paganti dello scorso anno, dove avevamo fatto numeri da record, oltre 9mila paganti con circa 12mila presenze. La seconda domenica, 23 agosto, i visitatori paganti, presenti nella giornata, sono stati circa 10mila.

Rimangono in città alcuni allestimenti per annunciare lo svolgimento, il 6 settembre prossimo, del 35esimo Astiludio, torneo fra Sbandieratori

"I volontari e il gruppo di lavoro che da 18 anni sono impegnati nella festa medievale e che da 10 anni fanno riferimento all'Associazione Culturale VolterrADuemila6 - spiega il presidente Renato Casini - con il loro impegno e costante tenacia, hanno consentito di svolgere al meglio un programma di grande valore artistico e d'impatto scenografico, riscuotendo consensi e gradimento dai numerosi visitatori che ci hanno premiato con la loro presenza". 

"Senza la preziosa opera svolta da tutti i volontari, che non elenco per non dimenticare qualcuno - aggiunge - non sarebbe stato possibile realizzare delle giornate intense e rappresentative che lasceranno negli ospiti un ricordo indelebile di una Volterra ricca di storia e di tradizioni".

La settima è stata intensa e impegnativa, la cena medievale alla taverna Tonchio Satollo del Gruppo Storico Sbandieratori, il Palio del Cero con il Comitato delle Contrade, il Palio dei Caci volterrani con la Filiera Corta del volterrano e l'Associazione Tartufai Alta val di Cecina per far Conoscere la Volterra Medievale con suggestioni e colori; il villaggio di parco di Castello con le Contrade volterrane, la Pro-loco di Montopoli val d'Arno con gli Arcieri e la danza storica, un'imponente corteo dei Nobili con una spettacolare cena della nobiltà in Piazza dei Priori organizzata da Vicopisano. Lo spettacolare Ludus Balistris, dove si sono contesi il primato a suon di verrette i Balestrieri di Massa Marittima, Lucca, San Marino, Chioggia, Ventimiglia e la Compagnia Balestrieri di Volterra organizzatrice dell'evento, ha concluso la settimana aprendo le porte alla domenica 23 agosto.

Oltre mille persone, quasi tutte di Volterra, hanno lavorato per animare, curare e seguire la rievocazione medievale, delle quali oltre 150 volontari addetti alle biglietterie, ingressi e servizi vari nel circuito. Oltre duemila volterrani hanno acquistato l'abbonamento per le due domeniche. "Numeri che ci raccontano - spiega Casini - che circa un terzo dei volterrani ha condiviso Volterra AD 1398". 

"La sicurezza è stata curata dalle Forze dell’Ordine locali, Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza e i Vigili Urbani impegnati nel traffico cittadino - prosegue il presidente dell'associazione - Dalla Croce Rossa Italiana e dalla Misericordia di Volterra che con i loro volontari hanno svolto un notevole ed encomiabile lavoro collaborando nell’informare e indirizzare il traffico cittadino. Inoltre hanno predisposto, insieme, un servizio di massima sicurezza sanitario ed anche un servizio per i portatori di handicap, presidiando, con i loro volontari, per tutta la giornata il circuito per garantire il primo pronto intervento in collaborazione con il 118".

"All’organizzazione ha collaborato il Consorzio Turistico, mettendo a disposizione tutti i canali e mezzi informatici dove il Consorzio opera sia a livello nazionale che internazionale con un capillare lavoro di comunicazione, pubblicità e informazione nelle maggiori Borse internazionali del Turismo, per tutto l’anno - spiega ancora Casini - il Comune di Volterra, che ha provveduto insieme agli aspetti burocratici per le autorizzazioni necessarie, alla gestione del traffico, parcheggi e hanno concesso, in gestione, il servizio navette, un ottimo servizio fatto dagli operatori ecologici. La Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra come sempre è presente nel sostenere le iniziative che tendono a valorizzare Volterra e il suo territorio. La documentazione fotografica è realizzata dal gruppo fotografico Gian di Volterra".

"Tutto questo rimane dietro le quinte di Volterra AD 1398 - prosegue il presidente - ma è la macchina che fa girare quello che è stato progettato, presentato, vissuto e apprezzato. Oltre mille persone hanno operato, impossibile elencarle tutte, sappiamo che fanno parte delle Contrade cittadine dei gruppi storici, culturali e sportivi della città, molti gruppi provengono da altre parti d'Italia per animare gli eventi".

"Volterra Ad 1398 sta diventando sempre più la festa di Volterra, da questo anno sono stati fatti accordi con il Centro Commerciale Naturale e la Confesercenti per coinvolgere tutte le attività - aggiunge Casini - ci auguriamo che questi accordi abbiano continuità, per migliorare e per dimostrare che Volterra è unita in una manifestazione di grande prestigio, è considerata da chi partecipa e lavora per l’animazione, la rievocazione medievale meglio organizzata e ricca di ambientazione di grande livello".

L'invito è per il prossimo anno 2016 per la 19esima edizione. Intanto appuntamento a settembre con l'Astiludio.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Politica

Attualità