QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 13° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 26 febbraio 2020

Lavoro domenica 18 maggio 2014 ore 11:40

Laboratorio di Sesta, marketing e formazione: la geotermia del futuro con il Cosvig

​Tra le numerose attività della società, nel 2013 c'è stata l'acquisizione da parte di CoSviG del Laboratorio di Sesta la cui gestione è stata assunta dal primo febbraio 2014



POMARANCE — Nel corso dell’Assemblea di Bilancio che si è svolta il 9 maggio a Radicondoli, sono state presentate tutte le iniziative svolte da CoSviG nel 2013, la società che nella sua composizione sociale, rappresenta adeguatamente la realtà geotermica toscana nel suo complesso ed ha come obiettivo generale la promozione dello sviluppo sostenibile in grado di far crescere il territorio di riferimento valorizzandone le potenzialità e contribuendo al tempo stesso, alla riduzione degli elementi di criticità.
SESTA. Tra le attività che CoSviG svolge, oltre a quelle strettamente legate al suo ruolo di supporto alle realtà geotermiche, nel 2013 sono state messe in atto anche nuove iniziative, tra cui la più consistente è quella relativa all’acquisizione da parte di CoSviG del Laboratorio di Sesta la cui gestione è stata assunta dal 1° febbraio 2014. Un percorso che dovrebbe completarsi nel corso del 2014 con la stipula del contratto definitivo d’acquisto del laboratorio sperimentale da parte di CoSviG e che deriva dal Protocollo siglato nel luglio 2013 fra Regione Toscana, Enel Ingegneria e Ricerca S.p.A., CoSviG, Nuovo Pignone, Ansaldo Energia e C.N.R. ('Protocollo d’Intesa per il riposizionamento dell’Area Sperimentale di Sesta a supporto dell’innovazione tecnologica del settore dell’oil & gas e delle energie rinnovabili').
L'accordo ha fra gli obiettivi anche quello di contribuire allo sviluppo e consolidamento di un polo geotermico attraverso il quale mettere a sistema le opportunità offerte dal territorio contribuendo alla riduzione delle criticità e, per migliorare le prestazioni e quindi la competitività a livello internazionale del Laboratorio, la Regione Toscana ha deliberato un contributo di 7,3 milioni di euro a favore di CoSviG per realizzare i necessari investimenti in tal senso, che saranno effettuati nel 2014 e 2015.
MARKETING TERRITORIALE. Nel 2013 proseguita l’azione di marketing territoriale che costituisce da alcuni anni uno dei settori di attività strategica della società, attraverso iniziative specifiche (partecipazione a manifestazioni di settore, a convegni, fiere e meeting) con la programmazione di attività di comunicazione attraverso media tradizionali e nuove tecnologie, con collaborazioni qualificate quale, ad esempio, quella con Slow Food per la Comunità del Cibo a Energie Rinnovabili, tutte svolte nell’ottica di ricondurre ad una strategia unitaria i diversi momenti ed eventi, con l’obiettivo di promuovere uno sviluppo socio-economico dell’area geotermica toscana.
FORMAZIONE. Il 2013 ha visto anche un consolidamento dell’attività di CoSviG nel settore della formazione, in particolare nel campo energetico/ambientale, strumentale allo sviluppo di progetti di filiera territoriali in questi ambiti. CoSviG, tramite il Polo PIERRE di cui è capofila, ha continuato ad operare anche nell’ambito delle attività collegate al trasferimento tecnologico, attraverso incontri, scambi di informazioni, organizzazione di seminari tematici, eventi pubblici per far circolare le informazioni, e fornire direttamente o tramite intermediazione servizi di consulenza qualificati.
SUPPORTO ALLE PA. Per quanto riguarda le attività di supporto alle amministrazioni pubbliche, le attività internazionali di sviluppo e promozione delle risorse geotermiche e per l’efficienza energetica, CoSviG ha svolto la propria attività nel corso del 2013 in collaborazione con EnerGea, società di cui il Consorzio detiene la maggioranza delle quote, la cui restante parte è detenuta dalla Scuola Superiore S.Anna e dall'Università di Pisa.
Fra le attività svolte sono da sottolineare la continuazione del progetto EU-IEE GeoDH, inerente la rimozione delle barriere non tecnologiche relativamente ai teleriscaldamenti geotermici e la continuazione del progetto internazionale GeoCom (Geothermal Communities) che, nel dicembre dello scorso anno, ha visto l'organizzazione di un workshop rivolto agli stakeholders e decision makers sia pubblici che privati- dal titolo 'Geotermia e Fonti Rinnovabili: Fattori di sviluppo economico sostenibile'.
Inoltre, c'è stata la predisposizione di numerosi studi preliminari per la realizzazione di impianti da rinnovabili e per il risparmio energetico a vantaggio dei soci di CoSviG, oltre ad un progetto di indagine della disponibilità di risorse geotermiche da valorizzare in una piccola rete di teleriscaldamento geotermico nell’area di Stilano, il progetto pilota per la valorizzazione delle risorse geotermiche a media e bassa entalpia nella Piana di Pisa.
Fonte: Cosvig



Tag

Il vice ministro della Salute iraniano suda in conferenza: positivo al coronavirus

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità