QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17°20° 
Domani 16°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 22 settembre 2019

Cultura lunedì 12 ottobre 2015 ore 19:10

"L'arte possa essere più servizio che vanità"

Dopo la presentazione dell'opera di Tonelli, proseguono gli appuntamenti anche per Volterragusto “nutriamo il pianeta per restare umani"



VOLTERRA — Sabato 10 ottobre nella splendida cornice della Sala del Maggior Consiglio di Palazzo dei Priori a Volterra si è tenuta la presentazione dell’opera dell’artista Stefano Tonelli nell’ambito della settimana della cultura. 

Tonelli artista di caratura nazionale ed internazionale che ha partecipato alla Biennale di Venezia e ha esposto a Parigi e New York, ha raccontato al pubblico numeroso, fra cui gli studenti delle superiori, il significato della sua istallazione visibile fino al 10 novembre al teatro romano . Il concetto “Restiamo Umani” è stato ripreso dal pensiero del giornalista e scrittore Vittorio Arrigoni, vittima nel 2011 di un attentato terroristico, e come dice l’artista il messaggio “vuole ricordare a tutti l’importanza ed il valore sacrale della nostra umanità, in tempi dove egoismo e superficialità sembrano farla ormai da padroni, per lanciare un grido di costruttiva speranza e per riflettere sul futuro da lasciare ai nostri figli". "Perché l’arte possa essere più servizio che vanità - aggiunge - e perché si possono uccidere gli uomini ma non le loro idee, non i loro sogni per un mondo migliore”. 

A queste parole ha fatto eco nella sua presentazione l’assessore alla cultura del Comune di Volterra Alessia Dei precisando che “ Restiamo Umani è una riflessione sull’essenza primordiale, un monito all’uso dell’intelligentia latina, un incoraggiamento a saper scegliere, un augurio a distinguere con il pensiero la realtà". "Un messaggio universale - ha aggiunto - come la cultura promossa in questa settimana".

Il presidente del Club Unesco Volterra Flavio Nuti ha ribadito come Restiamo Umani sia “un messaggio globale indirizzato all’umanità, ed esprime a pieno i valori Unesco". "L’uomo nella sua evoluzione con le proprie incertezze e debolezze ha il dovere di correggere le sue deviazioni - ha aggiunto - attraverso il discernimento ed il pensiero 'pensante' che lo distingue dalle altre manifestazioni della vita". "Anche la guerra come tutte le forme di violenza nate dall’uomo trova nell’uomo il suo antidoto - ha proseguito - per cui Restare Umani significa vincere questo conflitto e garantire la pace come valore Universale”. 

Sullo stesso tema in chiave ambientalistica e di salvaguardia del pianeta si è svolta la proiezione, l'8 e il 9 ottobre con la partecipazione delle classi 4 dei licei e dell’Istituto tecnico commerciale, del documentario “Irina Nina Tierra".

Il tema, annunciano dal Club Unesco, sarà ripreso in altra chiave di lettura all’interno della prossima rassegna di Volterragusto che inizierà il prossimo 24 ottobre, sotto il concetto di “nutriamo il pianeta per restare umani".

Invece, sempre nell'ambito della Settimana della cultura, sabato 18 ottobre in Torre Toscano alle ore 16, la scrittrice psico-narrativa Sibyl von der Schulenburg, vincitrice del Premio Speciale della Critica nell'ambito del World Literary Prize a Parigi, presenterà il nuovo libro "La porta dei morti”



Tag

Virginia Saba, la fidanzata di Di Maio, ai giornalisti: «Ad agosto dovevate riposare, non lavorare»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Attualità

Attualità