Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:VOLTERRA17°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
In Colombia arrestato Dario Antonio Usuga: era il narcotrafficante più ricercato del Paese

Spettacoli venerdì 24 luglio 2015 ore 19:08

Non solo teatro per il festival

Prosegue VolterraTeatro: dopo il successo per la Cavalleria Rusticana alla Badia, due appuntamenti per e con il lavoratori della Smith



VOLTERRA — Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli, Andrea Salvadori, Marzio Del Testa, Peppe Servillo, Cisco, Sergio Staino, Armando Punzo e un intervento poetico di Giacomo Trinci. Tutti insieme questa sera, 24 luglio, a Saline di Volterra per una serata di parole e musica dedicata ai lavoratori della Smith Bits, ai quali è dedicata la 29esima edizione del festival VolterraTeatro.

Festival che ieri, 23 luglio, ha registrato un enorme successo con la Cavalleria Rusticana andata in scena nella suggestiva Badia Camaldolese di Volterra (vedi foto).

E oltre all'appuntamento di questa sera, dalle 21 all'area Giasc del Cavo con la serata dal titolo “La fabbrica sospesa”, c'è grande attesa per l'altro appuntamento tutto dedicato ai lavoratori dello stabilimento di scalpelli. Infatti, domani sera, 25 luglio, alla salina andrà in scena lo spettacolo  Pilade/Campo dei Rivoluzionari di Archivio Zeta. Il numero di prenotazioni arrivate in pochi giorni è stato così alto da convincere la compagnia e l'organizzazione di Carte Blanche ad aggiungere una seconda replica alle 22,30, a quella già straordinariamente sold out delle 21. 

Centinaia di spettatori vivranno una esperienza unica, entrando in un luogo inconsueto per gli stessi abitanti della Valdicecina. Sul soffice pavimento lunare, tra imponenti cascate di sale, all'interno di una architettura industriale unica, degna dei più spettacolari hangar europei, oltre settanta cittadini-attori si mettono in scena per raccontare – con le parole di Pasolini – le derive del capitalismo industriale. In scena un visibilio di attori. Ai circa quaranta partecipanti al laboratorio annuale che Gianluca Guidotti e Enrica Sangiovanni hanno tenuto a Volterra, si uniscono infatti, eccezionalmente, i partecipanti di un laboratorio speculare che la compagnia ha condotto con i cittadini di Bologna. In scena straordinariamente, anche gli stessi operai della Smith, con un gruppo coinvolto in una sequenza dello spettacolo di enorme impatto visivo, che da giorni va in onda su RAI 5 nella trasmissione Memo Teatro dedicata questa settimana proprio al Festival VolterraTeatro

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Prima fase di demolizione del Padiglione Carlo Livi. Si tratta di un edificio ormai fatiscente, parte della memoria manicomiale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca