QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 18°23° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 18 luglio 2019

Attualità domenica 03 marzo 2019 ore 14:16

Tesseramento e corsi alla Pubblica Assistenza

La onlus dell'Alta Val di Cecina, nata nel '94 e oggi con 150 iscritti, opera nei comuni di Pomarance, Castelnuovo VdC, Volterra e Montecatini VdC



POMARANCE — La “Pubblica assistenza Alta Val di Cecina” è una associazione onlus, nata nel lontano 1994 da un gruppetto di persone dell’Alta Val di Cecina e che oggi raccoglie ben 150 iscritti, dai vari comuni di Pomarance, Castelnuovo VdC, Volterra, Montecatini VdC. Le origini erano quelle di aiutare le istituzioni presenti sul luogo nella salvaguardia del territorio, ma soprattutto nella lotta agli incendi boschivi nella stagione estiva e nel recupero di zone a degrado ambientale.

Con il passare degli anni grazie all’autofinanziamento, all’aiuto del Comune di Pomarance, Castelnuovo e di molte ditte locali l'assiociazione è riuscita a raggiungere uno standard qualitativo molto elevato con cinque mezzi operativi 4x4 di vario genere, un camion 8x4 con gru e allestimento botte da 12.000 lt. e attrezzature tecnologiche in grado di operare sia in scenari di protezione civile che di emergenza incendi. 

Con l’organizzazione capillare dei volontari, dei mezzi e una sede operativa in Larderello e Pomarance le istituzioni hanno creduto molto nell'associazione, al punto di inserirla nel registro nazionale della Protezione civile e in quello della Regione Toscana. Nel tempo sono state stipulate convenzioni con i comuni locali e la Regione Toscana cosicché l'associazione possa essere attivata ed intervenire in molteplici emergenze di Protezione civile in ambito di zona, nazionale e internazionale. 

Per fare degli esempi in ordine di tempo, le emergenze più grandi e significative in cui la Pa dell'Alta Val di Cecina è intervenuta senza dubbio sono state quelle del terremoto Umbria e Marche settembre 1997, l'emergenza a Sarno, l'alluvione in Piemonte e Versilia, l'emergenza in Albania, il terremoto in Abruzzo del 6 Aprile 2009, l'alluvione Liguria e Toscana del 2011, il terremoto in Emilia del maggio 2012, il terremoto Centro Italia 2016, l'alluvione a Livorno nel 2017 e l'emergenza maltempo in Veneto 2018.

Anche la salvaguardia del territorio, con giornate ecologiche, sensibilizzazione scolastica e repressione degli incendi è un settore in cui l’associazione ha cercato sempre di fare la parte del leone, mettendo a disposizione mezzi e volontari per garantire la prevenzione-repressione in ambito locale e regionale (garantendo operativamente una squadra reperibile antincendio 24 su 24 durante il periodo estivo) e fornendo all’occorrenza il supporto di altri quattro mezzi antincendio in scenari più impegnativi anche fuori territorio (negli ultimi giorni alcuni volontari sono intervenuti nell’incendio di Vicopisano).

Per avere un ottimo livello di intervento l’associazione nel tempo ha cercato di dare ampio spazio alla formazione con corsi interni ed esercitazioni di gruppo, in modo da far crescere il bagaglio culturale e di sicurezza di ciascun volontario che dovrà poi operare nell’emergenza.

Non marginale la parte di collaborazione con gli enti e altre associazioni per eventi e manifestazioni culturali, per cui la Pubblica Assistenza si rende disponibile ad aiutare nella parte di ordine e sicurezza con presidi a parcheggi, incroci, concerti ecc. Negli ultimi anni, vista la crescente problematica delle persone disperse nella zona e non, all'interno dei volontari è stato creato anche un gruppo di unità cinofila (con un cane e conduttore brevettato) e un operatore di drone, con l’intento di migliorare il livello di professionalità, operatività e tempestività nelle ricerche. 

"Come si può ben capire - raccontano dall'associazione - l’impegno richiesto nel tempo a tutti i volontari è stato molto, ma bisogna prendere atto che questo grande sforzo ad oggi è stato sicuramente ricompensato a livello morale, avendo avuto dei grandi risultati e ringraziamenti. Per far si che tutto questo possa essere mantenuto e magari anche migliorato è necessario lo sforzo e l’impegno costante di tutti"

Per questo, è l'assiociazione lancia un appello a tutti coloro che, ben motivati, abbiano il desiderio di diventare volontari attivi della Pubblica Assistenza Alta val di Cecina (settore Protezione civile e Antincendio Boschivo).

Prossimamente, entro il mese di aprile, è previsto un corso per volontari antincendio boschivo. Per partecipare è possibile contattare l'associazione al numero 320.6507714.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Spettacoli

Politica