comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17° 
Domani 19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 04 aprile 2020
corriere tv
Coronavirus, a Genova le strade sono piene di gente

Attualità giovedì 21 maggio 2015 ore 14:05

Tra Smith e geotermia: il futuro del territorio

L'iniziativa elettorale di Ferrucci è stata un'occasione per parlare della vertenza dello stabilimento di Saline e di opportunità per la valdicecina



POMARANCE — Ritorna in Valdicecina il candidato alle regionali e consigliere uscente del Partito Democratico Ivan Ferrucci. Nell'ambito della campagna elettorale nella giornata di ieri, 20 maggio, ha visitato di aziende e frazioni dei Comuni di Pomarance e Castelnuovo Valdicecina. Poi nel pomeriggio un incontro a Pomarance alla presenza del segretario locale dello Spi-Cgil Rino Bellucci, dei segretari del Partito Democratico di Pomarance Marco Garfagnini e Castelnuovo Amerigo Rossi, ma anche dei sindaci di Monteverdi Marittimo, Montecatini Val di Cecina e Pomarance, rispettivamente Carlo Giannoni, Sandro Cerri e Loris Martignoni.

L'incontro è stata un'occasione per affrontare uno dei temi di estrema attualità come la annunciata chiusura dello stabilimento della Smith Bits di Saline di Volterra. Garfagnini ha illustrato che c'è la possibilità "di un coinvolgimento di tutti i lavoratori delle altre aziende per la Smith Bits, con l'ipotesi di uno sciopero generale e di una grande manifestazione per far sentire ancora forte la voce di tutto il territorio contro questa chiusura".
Bellucci ha ribadito la gravità della situazione e sottolineato come "la grande unità del territorio che si è creata intorno a questa vertenza non si disperda: per la Smith si è mobilitato all'unisono tutto il corpo sociale dell'intera Valdicecina, restiamo uniti".
Martignoni ha ricordato che è una situazione grave: "si sta lavorando a tutti i livelli, tutti insieme e con grande qualità, anche con l'impegno della Regione e del MInistero, ma manca l'interlocutore, dopo che è saltato l'incontro con l'azienda al Ministero, non c'è ancora un'altra data". "Il territorio ed i lavoratori con il loro presidio - ha aggiunto - hanno dato una risposta di una resistenza forte all'azienda: da lì Smith non esce se non in un bagno di sangue; però se adesso non si riesce a trattare, diventa una cosa anacronistica e ci auguriamo che la prossima settimana ci sia l'incontro".
Ferrucci ha ribadito la necessità di un incontro con la dirigenza dell'azienda per cercare una soluzione e tutelare i dipendenti che in queste ore sono mobilitati per difendere i loro diritti e quelli del territorio.

Nel futuro della Valdicecina non c'è solo la vertenza dello stabilimento di Saline ma anche, ha spiegato il candidato, la necessità di "salvaguardare il tessuto delle aziende che lavorano con Enel, l'indotto locale deve essere valorizzato e tutelato, a maggior ragione adesso con la crisi della Smith". Oltre a questo per il capogruppo del Pd in Regione servono interventi sulla 439 e un progetto affinchè quando la Toscana destina le risorse, alla valdicecina sia riservata una quota speciale.
In ambito geotermico, la proposta lanciata da Ferrucci è di fare delle professionalità di questi territori una eccellenza da promuovere e sfruttare a livello nazionale. "Penso ad esempio alla società Ges che gestisce il teleriscaldamento - ha spiegato - che potrebbe esercitare un ruolo importante in un mercato in sviluppo che ha una enorme potenzialità come quello delle pompe di calore e in altri ambiti di questo settore".

I sindaci in Ferrucci hanno trovato un interlocutore che si augurano possa continuare a lavorare per la valdicecina. Sul tavolo a breve, oltre alla vertenza Smith e alle geotermia, la vicenda dell'Atisale che già la prossima settimana dovrebbe presentare il piano ai sindaci.

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità