comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°23° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 10 aprile 2020
corriere tv
Emergenza coronavirus, Papa Francesco telefona a sorpresa in diretta: «Penso alle tante persone crocifisse da questa pandemia»

Attualità sabato 22 luglio 2017 ore 15:30

Volterra e i suoi capoccini

L’espressione gergale, che indicava il capofamiglia, è rimasta in uso tra gli abitanti della città, articolandosi in diversi significati



VOLTERRA — Se i romani chiamano la loro città “capoccia” per ricordare la sua potenza imperiale, i volterrani, nel passato, utilizzavano l’espressione “capoccino” per indicare il capofamiglia. Vezzeggiativo che, con un tocco di ironia, alludeva alla funzione di guida esercitata dagli anziani all’interno delle famiglie patriarcali contadine.

Con il passare del tempo, il termine è entrato nel tessuto linguistico cittadino estendendo il suo campo semantico.

Dal modo scherzoso per indicare la centralità e l’”egocentrismo” di un bambino; al modo parodico per sottolineare le fattezze caricaturali di un uomo di piccola statura e dalla testa di ragguardevoli dimensioni; fino al modo ironico per evidenziare l’abbigliamento fuori moda rispetto ai canoni dell’eleganza contemporanea, il vocabolo è parte integrante dello “slang volterrano”.

Viola Luti
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità