comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:00 METEO:VOLTERRA16°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 27 novembre 2020
corriere tv
Covid, Pregliasco: «Terremo la mascherina come minimo fino alla fine del 2021»

Cultura mercoledì 19 aprile 2017 ore 12:15

Il fiore dell’aldilà

La pianta di asfodelo

Presenti in ambienti assolati e zone umide, gli asfodeli venivano considerati dagli Etruschi simbolo di morte e di protezione delle anime



VOLTERRA — Presenti sia in ambienti umidi sia in zone secche e assolate, gli asfodeli nelle culture antiche venivano associati al regno dell’oltretomba. Ricoprivano, infatti, i prati dell’Ade nella mitologia greca ed erano emblema di morte e di protezione delle anime nella simbologia etrusca. E, proprio nelle aree delle necropoli dell’Etruria, questi fiori crescevano in modo spontaneo e diffuso. Elemento che, molto probabilmente, ha favorito l’associazione della pianta con il mondo ultraterreno. A sancire il legame, inoltre, può aver contribuito anche l’etimologia del nome che sottolinea la resistenza della pianta al fuoco. I suoi bulbi, infatti, sopravvivono anche agli incendi e sembrano alludere alla capacità di sopravvivenza negli inferi.

Viola Luti
© Riproduzione riservata



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità