comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:VOLTERRA8°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 27 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lady Mastella e la lite con gli Europeisti: «Ecco perché me ne sono andata»

Attualità venerdì 16 settembre 2016 ore 16:05

La torre da cui si prevede il futuro

La Torre

Secondo la leggenda, in piazza dei Fornelli si trovava l'edificio degli indovini etruschi. Apparteneva all'Ordine dei Cavalieri Ospedalieri



VOLTERRA — Dove oggi sorge una torre medievale, un tempo si trovava un antico edificio che, secondo alcune ricostruzioni, più o meno attendibili, ospitava il luogo di osservazione dei celebri indovini che, interpretando il volo degli uccelli, traevano auspici sulle sorti e sul destino della città e dei suoi abitanti.

Non ci sono documenti che attestino con certezza la presenza in quella sede del Collegio degli aruspici. Sappiamo, invece, che la torre apparteneva all’Ordine dei Cavalieri Ospedalieri di San Iacopo di Altopascio come dimostra l’iscrizione lapidaria collocata sulla facciata della costruzione:

Hoc opus factum fuit tempore
fratis amandi
hospitalis sancti iacobi de Altipascio
sub anno domini
MCCLXXXXVIIII cuius operis fuit
operarius frate nannuccius
de casanova

La leggenda della Torre degli auguri sembra nascere dalla bellezza e dalla suggestione del luogo: lo sguardo di chi si trova in quella piazza, infatti, può spaziare dalla campagna sottostante fino alle isole dell’arcipelago toscano.

Quasi come il panorama suggerisse che, in altri tempi, gli antichi progenitori di Volterra abbiano percepito la possibilità di conoscere e di comprendere il futuro attraverso quello spazio che sembra perdersi nell’infinito.

Viola Luti
© Riproduzione riservata

Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cultura

Attualità

Attualità