Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:VOLTERRA17°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 24 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
In Colombia arrestato Dario Antonio Usuga: era il narcotrafficante più ricercato del Paese

Cultura sabato 29 aprile 2017 ore 06:30

L'urna del Guarnacci che piacque a D'Annunzio

L'urna del Museo Guarnacci di Volterra

Nel romanzo "Forse che sì forse che no", i protagonisti commentano il reliquario etrusco conservato al museo di Volterra



VOLTERRA — Ambientato a Volterra agli inizi del Novecento, il Forse che sì forse che no ripercorre i luoghi e le vie della città. Angoli urbani che, come fossero protagonisti dell’opera, animano e interagiscono con i personaggi. Oltre alle Balze, la Badia camaldolese e l’ospedale psichiatrico, anche il museo Guarnacci che, assieme alla descrizione floreale del suo giardino, fu anche citato per le opere che conteneva. Un’urna etrusca, infatti, viene più volte richiamata nella narrazione da Vana e Aldo

Un giovine cavaliere cavalcava tutto avvolto nel mantello, con la bocca nascosta dal lembo, pel lungo cammino senza ritorno.”

Fantasticando molto spesso sulla morte, i due fratelli vedono nell’antica formella un modello di discesa negli inferi che appaga il loro morboso e sofferto rapporto con l’esistenza. L’angoscia e il dolore sono rispecchiati dal silenzio e dall’inesorabilità di chi intraprende un viaggio senza ritorno.

Viola Luti
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Prima fase di demolizione del Padiglione Carlo Livi. Si tratta di un edificio ormai fatiscente, parte della memoria manicomiale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca