Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:VOLTERRA18°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 15 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Attualità venerdì 04 agosto 2017 ore 15:51

Percorsi degli Etruschi, soldi dalla Regione

Il finanziamento per i tracciati escursionistici sulle tracce dei Rasenna è finalizzato a incrementare il settore del turismo



FIRENZE — Migliorare, attraverso la sistemazione e la messa in sicurezza degli itinerari escursionistici, la fruibilità dei percorsi di trekking che attraversano i luoghi dove ci sono testimonianze della presenza degli Etruschi. Si tratta del progetto ‘In Etruria', per la realizzazione del quale la Regione metterà a disposizione circa 375mila euro.

La Regione Toscana, in collaborazione con Province e Comuni attraversati, ha individuato gli itinerari escursionistici che toccano i principali siti archeologici Etruschi in Toscana: la Via Clodia; la Via Bonifica-Klanis-Colline etrusche; la Via Vetulonia- Monterotondo M.mo; la Via Volterrana-Piombino; la Via Volterrana-Firenze-Fiesole.

La manutenzione di questi percorsi è competenza dei Comuni di Sorano, Manciano, Grosseto e Scansano (per quanto riguarda la Via Clodia ), della Province di Arezzo e Siena e dell'Unione Comuni della Valdichiana (Via Bonifica-Klanis-Colline etrusche), dei Comuni di Castiglione della Pescaia e di Scarlino (Via Vetulonia- Monterotondo M.mo), dei Comuni di Volterra, Pomarance, Castelnuovo Val di Cecina, Monterotondo Marittimo, Sassetta, Suvereto, Campiglia Marittima, San Vincenzo e Piombino (Via Volterrana-Piombino), dei Comuni di Volterra, Casole d'Elsa, Colle Val d'Elsa, Capraia e Limite, Fiesole, Carmignano e Città Metropolitana di Firenze (Via Volterrana-Firenze-Fiesole).

"Un progetto – ha commentato l'assessore al turismo Stefano Ciuoffo – che ben si inserisce in quello più complessivo che prevede la valorizzazione e la promozione dei tanti cammini che solcano la Toscana e che ha il valore aggiunto di ripercorrere le tracce della civiltà etrusca, la cui rivalutazione e sviluppo è un obiettivo che ci prefiggiamo. Oltre al lavoro sulla Via Francigena, contemporaneamente vogliamo qualificare, attraverso la messa in sicurezza e la dotazione di una cartellonistica adeguata, tutta la rete di sentieri che si snodano su luoghi di grande interesse come quelli in cui si è sviluppata la vita e la presenza degli Etruschi in un connubio tra storia e natura".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un solo nuovo caso Covid nella zona nelle ultime ore, a Guardistallo. Crescono le guarigioni, vaccinato il 30% della popolazione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità