Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:VOLTERRA10°20°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 18 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Coprifuoco, riaperture e cambi di zone: le novità del nuovo decreto

Cultura venerdì 23 settembre 2016 ore 11:24

Il teatro di Punzo arriva in passerella

Un momento dello spettacolo

Per la prima volta il regista ha lavorato nel mondo dell’alta moda, collaborando con Fausto Puglisi, lo stilista che veste le star di Hollywood



VOLTERRA — Dopo i teatri e le piazze, il teatro di Armando Punzo arriva anche in passerella. Anzi, in una non-passerella, per una non-sfilata, in pieno stile Punzo. Per la prima volta il regista ha lavorato nel mondo dell’alta moda, collaborando con Fausto Puglisi, stilista di fama internazionale che veste le grandi star di Hollywood e della musica mondiale, da Madonna a Beyoncé a Jennifer Lopez, passando per le case di moda di Dolce e Gabbana e Ungaro e le passerelle più famose del mondo.

Per l'attesissima Milano Fashion Week, Punzo e Puglisi hanno messo a punto un evento blindatissimo, trasformando un defilé in una installazione artistica che è andata in scena il 21 settembre al Teatro Derby di Milano, alla presenza di centinaia di giornalisti e operatori della moda internazionali e della regina indiscussa della moda, Anna Wintour, direttrice di Vogue America.

Per il debutto della nuova collezione primavera estate, ispirata alle donne del sud, Puglisi – italiano trapiantato in California – attinge alle proprie origini siciliane, mescolando ispirazioni derivate dalla cultura alta a elementi popolari, giungendo a definire un’identità stilistica complessa: la Sicilia eroica, il neorealismo italiano, lo star system americano, la forza dei gladiatori romani, l’architettura moderna e l’opulenza del Barocco mediterraneo.

“Per celebrare la bellezza e il potere delle donne, e dare forma a uno spazio che rappresentasse l’ossessione per l’estetica cattolica e l’antica Grecia, il senso del lusso massimalista tipico del sud Italia, ma anche l’attrazione magnetica l’espressione dell’eccesso visivo” dichiara Puglisi, “ho chiesto a Punzo di creare una sorta di santuario in cui modelle arrivate dalla vita quotidiana si muovono all’interno di un luogo barocco, ricco di eccessi, in cui le donne diventano delle dee, come Minerva: potenti, immortali e coraggiose. E ovviamente belle, di una propria personale bellezza”.

Per questa sfilata/installazione Punzo ha messo in campo il suo segno registico, e soprattutto l'eclettismo che lo contraddistingue facendone un artista totale. In scena al Derby, dunque, un mondo completamente trasfigurato e persone ordinarie trasformate in personaggi meravigliosi ed extra-ordinari. Non a caso, accanto alle modelle, a calcare la passerella c'era anche Nicola Esposito, uno degli attori della Compagnia della Fortezza; “Nicola Re di Napoli”, come lo ha definito lo stesso Fausto Puglisi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono iniziati i lavori per il ripristino del manto stradale in Piazza Papa Giovanni XXIII, scattato il divieto di sosta con rimozione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Cronaca