Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA19°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scherma, Di Francisca: «Errigo emotiva». Velasco: «Dichiarazioni disgustose»

Attualità lunedì 01 febbraio 2021 ore 18:30

"Lunghe code fuori dalle poste, è inaccettabile"

Orsi e Trafeli di Cgil hanno scritto una lettera aperta per protestare contro la situazione che si crea fuori dagli uffici di Volterra e Montecatini



VOLTERRA — Michele Orsi Valerio Trafeli della Cgil hanno scritto una lettera aperta per protestare sulla situazione degli uffici postali di Volterra e Montecatini Valdicecina, dove si formano lunghe code a causa degli orari di apertura ristretti.

"Dobbiamo tornare a segnalare che l'incresciosa situazione degli uffici postali di Volterra e di Montecatini Valdicecina permane da troppo tempo. Avevamo avanzato la richiesta di un confronto con Poste Italiane per tornare alla riapertura a regime del periodo preCovid-19 degli Uffici Postali, ma a tutt’oggi non c’è stata nessuna risposta" hanno detto.

"Considerato quanto è emerso nella riunione tra l’assessore regionale Stefano Ciuoffo e il responsabile Mercato privati macro area Centro nord di Poste Italiane Giovanni Zunino, richiesto dalla Regione in seguito alle sollecitazioni di sindaci e cittadini, con la presenza del direttore di Anci Toscana Simone Gheri. Si evidenzia la riapertura con orari pre-covod di diversi uffici postali in Toscana, come per alcuni della Val di Cecina dove ci sono state parziali riaperture, questo non è avvenuto per alcuni dei più importanti: quello, appunto di di Volterra e quello di Montecatini".

Queste le criticità: "Permangono in più momenti della giornata il formarsi di lunghe file all’esterno, nelle piazze, con il conseguente disagio dei cittadini, specialmente quelli anziani e più fragili, sottoposti alle intemperie della stagione invernale. Comprendiamo che la situazione pandemica si sta allungando nel tempo ma è proprio per questo che chiediamo un confronto con la Direzione di Poste Italiane per aumentare i tempi di apertura ed evitare assembramenti inutili e troppo lunghi nei pressi degli uffici postali".

"Chiediamo a Poste Italiane un confronto in tempi brevi e forme rispettose delle norme sanitarie, per trovare soluzioni condivise" hanno concluso i due sindacalisti di Cgil.

La lettera è indirizzata al responsabile della Comunicazione Territoriale Toscana Gabriele Martini, alla direttrice della filiale Poste Italiane di Pisa Consuelo Loiero, all’assessore regionale Stefano Ciuoffo, al direttore di Anci Toscana Simone Gheri e ai sindaci Giacomo Santi e Sandro Cerri.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La maggior parte dei contagi si è verificata tra i giovani, 28 tra bambini e adolescenti. I dati sanitari aggiornati alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

CORONAVIRUS

Cultura

Cultura